Gli incentivi per assumere lavoratori stagionali
Lo sai che?
15 Lug 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Gli incentivi per assumere lavoratori stagionali

Assunzione di lavoratori a tempo determinato stagionali: bonus Garanzia Giovani, donne e over 50, disabili, maternità, detenuti.

 

I bonus per l’assunzione premiano chi inserisce lavoratori a tempo indeterminato, ma c’è spazio anche per chi assume a termine: sgravi e contributivi ed incentivi, in certi casi, possono essere utilizzati anche per i lavoratori stagionali. Vediamo tutte le agevolazioni attualmente operative per i lavoratori inseriti con contratto a tempo determinato.

 

 

Donne e over 50

L’incentivo Legge 92 [1], meglio noto come donne e over 50, dà diritto a uno sconto del 50% dei contributi Inps e Inail a carico del datore di lavoro. Questo bonus può essere fruito da chi assume:

 

– donne disoccupate da almeno 6 mesi residenti in territori svantaggiati;

– donne disoccupate da almeno 6 mesi che operano in un settore in cui il tasso di disparità tra lavoratrici e lavoratori supera il 25%;

– donne disoccupate da oltre 24 mesi ovunque residenti;

– disoccupati (uomini e donne) da almeno 12 mesi che hanno compiuto 50 anni di età.

 

Se il lavoratore o la lavoratrice è assunto a termine, anche come stagionale, l’azienda ha diritto allo sgravio sino alla durata del contratto, per un massimo di 12 mesi.

 

 

Garanzia Giovani

Il programma Garanzia Giovani, nato per far entrare nel mercato del lavoro i ragazzi tra 16 e 29 anni, prevede degli incentivi anche per le assunzioni a termine e stagionali: i lavoratori che possono beneficiarne, però, sono quelli maggiormente svantaggiati nella ricerca di un’occupazione, cioè quelli con profilo alto o molto alto (più è alto il profilo, più è difficile trovare lavoro).

L’incentivo per i lavoratori assunti a termine, in particolare, ammonta a:

 

2.000 euro, per i giovani con profilo molto alto (in pratica, per quelli che hanno meno possibilità di entrare nel mercato del lavoro) assunti con contratto a tempo determinato di durata dai 6 ai 12 mesi;

1.500 euro, per i giovani con profilo alto assunti con contratto a tempo determinato di durata dai 6 ai 12 mesi;

4.000 euro,  per i giovani con profilo molto alto assunti a tempo determinato oltre i 12 mesi;

3.000 euro,  per i giovani con profilo alto assunti a tempo determinato oltre i 12 mesi.

 

 

Bonus assunzione disabili

Anche l’assunzione di lavoratori diversamente abili a termine comporta dei benefici: il nuovo bonus disabili, infatti, può essere fruito dai lavoratori con disabilità intellettiva e psichica superiore al 45%, se assunti a tempo determinato per un periodo non inferiore a 12 mesi.

Il bonus è pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali: l’incentivo spetta per l’intera durata del rapporto.

 

 

Assunzione di lavoratori detenuti o in semilibertà

La legge riconosce delle agevolazioni anche per le assunzioni stagionali di lavoratori detenuti o internati, , oppure di lavoratori semiliberi provenienti dalla detenzione, o internati semiliberi.

Gli incentivi consistono:

 

– per l’assunzione di detenuti o internati, in un credito d’imposta di 520 euro mensili;

– per l’assunzione di lavoratori in semilibertà,  in un credito d’imposta di 300 euro mensili.

 

Per entrambe le categorie, poi, i contributi dovuti sono ridotti del 95%. Il beneficio è valido (ovviamente nei limiti della durata del contratto) sino a 18 mesi dalla cessazione dello stato detentivo, o sino a 24 mesi, per i lavoratori non in semilibertà.

 

 

Sostituzione di lavoratrici in maternità

Per l’assunzione a termine di dipendenti che sostituiscono lavoratrici in congedo di maternità obbligatorio, o lavoratrici e lavoratori in congedo parentale, spetta uno sgravio del 50% dei contributi Inps e Inail, per un massimo di 12 mesi.


[1] Legge 92/2012

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti