Crollano le vendite dell’iPhone, ma era tutto previsto!
Tech
27 Lug 2016
 
L'autore
Giovanni Garro
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Crollano le vendite dell’iPhone, ma era tutto previsto!

I risultati trimestrali hanno confermato il calo di vendita dell’iPhone, ma le cose sono comunque andate meglio di quanto previsto dagli analisti e il titolo è schizzato di quasi il 7% nelle contrattazioni After Hours

 

Il terzo trimestre è sempre il periodo più debole per le vendite dell’iPhone perché precede di solito l’uscita dei nuovi modelli. Quindi anche quest’anno ci si aspettava un calo di vendite, ma le previsioni degli analisti sono state più catastrofiche rispetto a come sono andate effettivamente le cose.

 

In questo periodo Apple ha venduto 40,4 milioni di iPhone, molto meno dei 47,5 milioni venduti nello stesso periodo l’anno precedente, ma sempre di più dei 39,7 milioni previsti dagli analisti.

 

Il fatturato complessivo è stato di 42,4 miliardi di dollari, il 15% in meno rispetto al 2015, ma sempre più dei 42,1 miliardi previsti sempre dagli analisti. Le entrate nette per la casa della Mela sono state di 7,8 miliardi di dollari, ovvero 1,42 dollari per azione. Numeri inferiori rispetto all’anno precedente ma che sarebbero il sogno di qualsiasi altra azienda.

 

L’iPhone SE è andato meglio del previsto, al punto che la domanda ha superato la disponibilità per diversi mesi. Il calo di vendite si è registrato in tutti i Paesi del Mondo ad eccezione del Giappone, dove invece il melafonino ha registrato un aumento del 23%.

 

Anche per gli altri prodotti della Mela le cose non sono andate bene. Le vendite dell’iPad sono calate del 9% mentre quelle dei Mac sono scese dell’11,3%. Nel complesso le cose sono andate meno peggio del previsto e nelle contrattazioni dopo la chiusura della Borsa americana il titolo ha registrato un +7% superando i 103 dollari per azione.

Apple_1


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti