Sorpasso a destra: è consentito?
Lo sai che?
28 Lug 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Sorpasso a destra: è consentito?

Si può sorpassare a destra un’auto in una strada a due o a tre corsie o all’incrocio se quella davanti sta svoltando a sinistra?

 

È possibile sorpassare a destra un’altra auto che sta davanti? In quali casi è consentito dal codice della strada e, in caso contrario, quali sono le sanzioni?

In via generale il codice della strada [1] vieta il sorpasso a destra, salvo laddove ciò sia espressamente consentito, e per tale infrazione stabilisce una multa da 81 a 326 euro. Ma procediamo con ordine.

 

 

Sorpasso a destra se la corsia a sinistra di sorpasso è occupata

Capita molto spesso, in autostrada o su strade statali a due o a tre corsie, di vedere gente che guida tranquillamente sulle corsie di sorpasso (sulla seconda o addirittura anche sulla terza), andando a una velocità ridotta, così ostacolando chi ha più fretta e che, pur senza violare i limiti di velocità, potrebbe voler superare. Nel caso in cui la corsia a sinistra, destinata al sorpasso, sia occupata da un’auto che procede lentamente, è possibile superare questa a destra senza creare pericolo alla circolazione?

 

Il sorpasso si ha quando un veicolo ne supera un altro – che lo precede nella stessa corsia di marcia – e presuppone necessariamente uno spostamento laterale del veicolo che effettua la relativa manovra. Come abbiamo anticipato in apertura, il sorpasso a destra è vietato, salvo nei casi espressamente previsti dalla legge ossia:

  • se il veicolo da sorpassare ha già segnalato con le frecce e iniziato una svolta a sinistra: in tal caso, chi viene da dietro può superarlo a destra;
  • se c’è un tram circolante in sede stradale non riservata e i veicoli circolano per file parallele.

 

In caso di strada a più corsie (due o tre corsie, situazione che ricorre soprattutto in autostrada) l’automobilista è obbligato a posizionarsi su quella più libera a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono infatti riservate al sorpasso. In autostrada, pertanto, non si può sorpassare un veicolo che procede ad andatura lenta in seconda corsia, lasciando libera la prima. Chi intende sorpassare l’auto che si trova in corsia di sorpasso e procede lenta può segnalargli tale intenzione attraverso i lampeggianti (uso intermittente dei proiettori di profondità) o con il clacson.

 

In relazione al superamento del veicolo senza spostamento laterale, qualora il veicolo da sorpassare proceda sulla sinistra e il veicolo sopraggiungente lo superi mantenendosi sulla propria destra, autorevole dottrina ritiene che tale manovra non sia da considerarsi un sorpasso in senso tecnico, non essendovi uno spostamento laterale da parte del veicolo sorpassante, per cui non ritiene applicabili la norma del codice della strada [1] che sanziona il sorpasso a destra fuori dei casi consentiti.

 

La Cassazione si è espressa in modo alterno. Una prima volta [2] ha detto che il divieto di sorpasso a destra è operante anche quando il conducente del veicolo, che sta davanti, violi le regole della mano da tenere prescritte dal Codice della strada. Successivamente, la stessa Cassazione [3] ha cambiato indirizzo affermando che il sorpasso a destra può essere lecito quando il veicolo, che precede, si mantenga ostinatamente a sinistra e non accenni a portarsi sulla parte destra della carreggiata.

Il conducente che effettua il sorpasso, però, deve approssimarsi all’altro veicolo con cautela e, solo dopo avere acquistato la ragionevole certezza che lo stesso non si vuole spostare sulla destra, potrà effettuare il sorpasso.

 

 

Sorpasso a destra se l’auto sta svoltando a sinistra

La Cassazione ha detto [4] che, in materia di circolazione stradale, non è vietato dal codice della strada il superamento a destra di un veicolo fermo all’incrocio, il cui conducente abbia segnalato l’intenzione di svoltare a sinistra e sia in attesa di completare la manovra. L’auto che sta di dietro, quindi, per anticipare la manovra di chi gli sta davanti, lo può superare a destra ma deve farlo con la massima prudenza per evitare incidenti e rispettando a sua volta la precedenza ai veicoli provenienti da destra.

 

 

Come si fa un sorpasso?

Lo stesso codice della strada definisce il sorpasso come la manovra mediante la quale un veicolo supera un altro veicolo, un animale o un pedone in movimento o fermi sulla corsia o sulla parte della carreggiata destinata normalmente alla circolazione.

 

Il conducente che intende effettuare un sorpasso deve prima accertarsi:

  • che la visibilità sia tale da consentire la manovra e che la stessa possa compiersi senza costituire pericolo o intralcio;
  • che il conducente che lo precede nella stessa corsia non abbia segnalato di voler compiere analoga manovra: pertanto è vietato (oltreché estremamente pericoloso) sorpassare un mezzo che ha già attivato le frecce per segnalare l’invasione della carreggiata di sinistra o che sia già in fase di sorpasso;
  • che nessun conducente che segue sulla stessa carreggiata o semicarreggiata, ovvero sulla corsia immediatamente alla propria sinistra, qualora la carreggiata o semicarreggiata siano suddivise in corsie, abbia iniziato il sorpasso;
  • che la strada sia libera per uno spazio tale da consentire la completa esecuzione del sorpasso, tenuto anche conto della differenza tra la propria velocità e quella dell’utente da sorpassare, nonché della presenza di utenti che sopraggiungono dalla direzione contraria o che precedono l’utente da sorpassare.

 

Il conducente che sorpassa un’altra auto sulla stessa corsia, dopo aver attivato le frecce, deve portarsi sulla sinistra, superarla rapidamente tenendosi da questa ad una adeguata distanza laterale e riportarsi a destra appena possibile, senza creare pericolo o intralcio. Se la carreggiata o semicarreggiata sono suddivise in più corsie, il sorpasso deve essere effettuato sulla corsia immediatamente alla sinistra del veicolo che si intende superare.

 

Contrariamente a quanto purtroppo avviene, chi si accorge di un’altra auto che lo sta per superare deve facilitare tale manovra e non, invece, accelerare. Nelle strade con una sola corsia di marcia, chi sta per essere superato deve tenersi il più vicino possibile al margine destro della carreggiata.

 


[1] Art. 148, co. 15, cod. str.

[2] Cass. sent. n. 2965 del 13.12.1977.

[3] Cass. sent. n. 9108 del 31.10.1979: il superamento sulla destra costituisce pur sempre un sorpasso e un sorpasso illecito, ma non è punibile per l’esimente dell’esercizio di un diritto a condizione che la manovra venga eseguita con tutte le cautele idonee a garantire la sicurezza.

[4] Cass. sent. n. 2106/1997.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti
29 Lug 2016 Roberto Milano

Si distingue tra sorpasso e superamento. E’ lecito il superamento a Dx in una carreggiata a più corsie se il veicolo più a Sn è lento e/o non rispetta il limite minimo di velocità (esiste anche questo tipo di limite). Non è mai consentito usare i dispositivi acustici e gli abbaglianti intermittenti “per avere strada”. Ricordandosi sempre che ,contro la vulgata demagogica corrente dei poco seri mass media, la maggioranza degli incidenti è causata dall’imperizia alla guida e dai carenti requisiti psicofisici del conduttore. Quindi sono auspicabili esami più severi e accertamenti sanitari più ferrei sulla idoneità psicofisica alla guida di tutti i veicoli a motore.