Detrazioni sull’affitto degli studenti fuori sede
Lo sai che?
29 Lug 2016
 
L'autore
Carlos Arija Garcia
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Detrazioni sull’affitto degli studenti fuori sede

La legge consente una detrazione del 19% sulle spese di affitto per un massimo di 2.633 euro. Ma solo a chi frequenta l’università e a certe condizioni.  

 

Il TUIR [1] concede agli studenti iscritti ad un corso di laurea la detrazione del 19% dall’Irpef lorda sui canoni di locazione con queste caratteristiche:

  • contratti di locazione firmati o rinnovati ai sensi della legge [2];
  • contratti di ospitalità o atti di assegnazione in godimento o locazione stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi, enti senza scopo di lucro e cooperative.

Ci sono, però delle condizioni da rispettare. Innanzitutto, uno studente viene considerato “fuori sede” se tra il Comune di residenza e la città in cui abita per frequentare l’università ci sono almeno 100 chilometri di distanza e, comunque, in una provincia diversa oppure in uno Stato dell’Unione Europea o aderente all’Accordo sullo spazio economico europeo (la Svizzera, ad esempio). Il tetto annuo della spesa detraibile è fissato in 2.633 euro di canoni di locazione effettivamente pagati.

Dal 2012 è possibile detrarre dall’Irpef le spese sostenute per l’affitto all’estero di uno studente in Erasmus [3], purché sia iscritto in un’università di un Paese membro dell’Unione Europea o aderente all’Accordo sullo spazio economico europeo. La detrazione resta la stessa: il 19% su un tetto massimo di 2.633 euro.

 

 

Studenti fuori sede: come funziona la detrazione

Vediamo nel dettaglio cosa prevede la legge per poter usufruire della detrazione dall’Irpef delle spese sostenute per l’affitto di uno studente fuori sede, tenendo conto che il contratto di affitto può essere intestato sia al ragazzo che frequenta l’università sia ai genitori o alla persona di cui lo studente è a carico.

Come detto prima, il tetto massimo complessivo della spesa da detrarre è di 2.633 euro. Quindi, è possibile detrarre dall’Irpef lorda un importo massimo di 500,27 euro (cioè il 19% di 2.633 euro).

Se il figlio è a carico di entrambi i genitori, quel tetto di 2.633 euro va suddiviso  tra il padre e la madre in base all’effettivo sostenimento della spesa: la detrazione, infatti, spetta al genitore a cui è intestato il documento comprovante la spesa sostenuta. In altre parole, se le ricevute dei pagamenti del canone di affitto sono intestate al padre, sarà lui a usufruire della detrazione.

Se, invece, quelle ricevute sono intestate al figlio, le spese devono essere suddivise tra i due genitori in base al loro effettivo sostenimento. Quella suddivisione può essere fatta al 50%, come nella maggior parte dei casi, ma è facoltà dei genitori modificare quella percentuale a favore di uno o dell’altro. L’importante è che il documento della spesa sostenuta riporti quella percentuale (ad esempio, il padre sostiene il 66% e la madre il 34% della spesa).

Nel caso in cui uno dei genitori sia fiscalmente a carico dell’altro, quest’ultimo può beneficiare di tutta la detrazione.

L’Agenzia delle Entrate [4] ha precisato che il limite massimo di 2.633 euro deve essere riferito a ciascun genitore. Pertanto, nel caso di due genitori con a carico due figli universitari titolari di due diversi contratti di affitto, ciascuno di loro può beneficiare della detrazione del 19% sulla spesa massima di 2.633 euro l’anno.

Per documentare le spese sostenute e poter usufruire della detrazione è necessario presentare il contratto di affitto (o di ospitalità) e le ricevute dei pagamenti del canone.

Infine, gli esclusi. Non possono beneficiare della detrazione del 19% gli studenti iscritti a corsi presso istituti tecnici superiori, anche se fuori sede, in quanto questi corsi non sono equiparabili a quelli per il conseguimento di una laurea universitaria [5].


[1] Art. 15 co. 1 lettera i-sexies.

[2] Legge 431/98.

[3] Legge 217/2011.

[4] C.M. 20/E/2011.

[5] C.M. 17/E/2015.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti