Chi può esercitare i diritti della cambiale?
Professionisti
30 Lug 2016
 
L'autore
Edizioni Simone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Chi può esercitare i diritti della cambiale?

Per individuare il soggetto che può esercitare i diritti derivanti dalla cambiale è necessario considerare alcuni aspetti fra cui: il possesso della cambiale e la girata.

 

Alla girata della cambiale deve sempre seguire la consegna del titolo.

La prima girata sarà apposta da colui a favore del quale è emessa la cambiale, successivamente il girante sarà il giratario della girata precedente. Se vi sono più giranti/giratari successivi, perché l’ultimo prenditore possa esercitare i diritti nascenti dalla cambiale occorre che vi sia, come già precisato, la cd. Continuità delle girate (ossia la corrispondenza tra nome del girante e nome del precedente giratario).

 

La girata è piena quando la volontà di trasferire ad un altro soggetto i diritti dalla cambiale è espressa con locuzioni equivalenti a “per me pagate a…” seguite dal nome del giratario e dalla firma del girante. La girata è, invece, in bianco allorché risulta apposta soltanto la firma del girante.

 

La girata è valida anche se il beneficiario non sia indicato oppure se il girante abbia apposto solo la sua firma. In tal caso, tuttavia, la girata per essere valida deve essere scritta sul dorso della cambiale o sul suo allungamento; la semplice firma apposta sulla faccia anteriore, infatti, se è apposta dal trattario vale come accettazione, se è apposta da altri soggetti vale come avallo.

 

Al fine di fondare l’azione causale su una girata cambiaria in bianco occorre che il giratario — il quale invoca la girata quale promessa di pagamento in suo favore — fornisca la prova che il girante ha inteso trasmettergli i diritti portati dal titolo; detta prova, che deve fornire la certezza dell’intento del girante, può affermarsi interamente soddisfatta non solo nella ipotesi di materiale consegna del titolo dal girante al giratario, ma anche nel caso in cui emerga comunque una modalità di trasmissione che sia coerente con l’intento sopraindicato (Cass. 2 settembre 1996, n. 8008).

Il-Recupero-dei-Crediti


In pratica

Il possesso della cambiale e la girata su questa apposta consentono di individuare il soggetto legittimato ad esercitare i diritti che derivano dalla stessa. Nel caso in cui vi siano più giranti/giratari, perché l’ultimo titolare possa esercitare i propri diritti, occorre che vi sia continuità delle girate, comprese quelle che siano state inizialmente apposte in bianco.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti