Inps, bando Supermedia, 7741 borse di studio
Bandi-Concorsi
1 Ago 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Inps, bando Supermedia, 7741 borse di studio

Pubblicato un nuovo bando Inps che riconosce 6491 borse di studio per la scuola superiore e 1250 borse di studio per la scuola media.

 

Nuovo maxi-bando Inps per il riconoscimento di borse di studio: questa volta tocca agli studenti della scuola secondaria di primo e di secondo grado, cioè delle scuole medie e superiori. In particolare, hanno diritto alle borse di studio coloro che hanno frequentato l’ultimo anno della scuola media o un qualsiasi anno delle superiori. Il totale delle borse è di 7741, delle quali 6491 sono destinate agli studenti delle scuole superiori, e 1250  a chi ha frequentato l’ultimo anno della scuola media, col conseguimento del relativo titolo di studio. C’è tempo, per presentare le domande, dal 21 settembre 2016 sino al 20 ottobre 2016.

 

 

Requisiti

Possono beneficiare delle borse di studio i seguenti soggetti:

 

– figli, orfani o loro equiparati:

 

  • dei dipendenti iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e alla Gestione Assistenza Magistrale;
  • dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • dei dipendenti iscritti al Fondo Ipost.

 

I beneficiari devono, inoltre, possedere i seguenti requisiti:

 

– se studenti delle scuole medie:

  • l’aver conseguito la promozione nell’anno scolastico 2015/16 e il relativo titolo di studio con votazione pari o superiore a 8/10;
  • l’aver conseguito la promozione nell’anno scolastico 2015/16 e il relativo titolo di studio con votazione pari o superiore a 6/10 ,se studenti disabili ai sensi della Legge 104 o invalidi civili al 100%, con  o senza diritto all’indennità di accompagnamento;
  • non essere in ritardo nella carriera scolastica per più di un anno;

 

– se studenti delle scuole superiori:

  • l’aver conseguito la promozione nell’anno scolastico 2015/16 con votazione pari o superiore a 8/10, o l’aver conseguito il relativo titolo di studio con votazione pari o superiore a 80/100, se studenti dell’ultimo anno;
  • l’aver conseguito la promozione nell’anno scolastico 2015/16 e il relativo titolo di studio con votazione pari o superiore a 6/10, o l’aver conseguito il relativo titolo di studio con votazione pari o superiore a 60/100, se studenti disabili ai sensi della Legge 104 o invalidi civili al 100%, con o senza diritto all’indennità di accompagnamento;
  • non essere in ritardo nella carriera scolastica per più di un anno.

 

Tutti gli studenti beneficiari devono inoltre:

 

– essere in possesso di un indicatore ISEE del nucleo familiare valido alla data di scadenza del bando;

– non aver fruito, per lo stesso anno scolastico, di altri contributi analoghi, di valore superiore al 50 % dell’importo della borsa di studio messa a concorso.

 

 

Ammontare delle borse di studio

I contributi saranno così distribuite:

 

950 borse, riservate alla Gestione unitaria prestazioni creditizie e sociali, da 750 euro ciascuna, relative all’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado con conseguimento del relativo titolo di studio;

 

300 borse, riservate alla Gestione Assistenza Magistrale, da 750 euro ciascuna, relative all’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado con conseguimento del relativo titolo di studio;

 

3350 borse, riservate alla Gestione unitaria prestazioni creditizie e sociali, da 800 euro ciascuna, per i primi quattro anni della scuola secondaria di secondo grado (licei, istituti tecnici, istituti magistrali, istituti professionali, corsi preaccademici di Conservatori ) e corsi di formazione professionale di durata non inferiore a 6 mesi;

 

1000 Borse, riservate alla Gestione Assistenza Magistrale, da 800 euro ciascuna, per i primi quattro anni della scuola secondaria di secondo grado (licei, istituti tecnici, istituti magistrali, istituti professionali, corsi preaccademici di Conservatori ) e corsi di formazione professionale di durata non inferiore a 6 mesi;

 

1615 borse, riservate alla Gestione unitaria prestazioni creditizie e sociali, del valore di 1.300 euro ciascuna, per il quinto anno della scuola secondaria di secondo grado con il conseguimento del relativo titolo di studio;

 

450 borse, riservate alla Gestione Assistenza Magistrale, del valore di 1.300 euro ciascuna, per il quinto anno della scuola secondaria di secondo grado con il conseguimento del relativo titolo di studio;

 

76 borse, riservate alla Gestione ex Ipost, del valore di 1.300 euro ciascuna, per il quinto anno della scuola secondaria di secondo grado con il conseguimento del relativo titolo di studio.

 

 

Come inviare la domanda

Per essere abilitati all’invio delle domande, gli interessati devono, innanzitutto, iscriversi alla Banca dati delle Prestazioni creditizie e sociali INPS Gestione Dipendenti Pubblici, nonché munirsi del codice Pin per l’accesso ai servizi online dell’istituto.

Devono inoltre aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’Isee del nucleo familiare (cioè dell’indicatore della situazione economica della famiglia).

Successivamente, possono presentare domanda, a partire dal 21 settembre 2016, servendosi della procedura online presente nel sito dell’Inps, seguendo il presente percorso:

 

– Servizi on line, Servizi per il cittadino, Servizi ex Inpdap, Attività sociali, Borse di studio,Domanda.

 

Sarà possibile richiedere le borse di studio, tramite la procedura online, dalle ore 12  del 21 settembre 2016 fino alle ore 12 del 20 ottobre 2016.

L’Inps invierà una ricevuta di presentazione della domanda alla mail indicata nel modulo compilato online.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti