Sul Canone Rai in bolletta si paga l’IVA?
Lo sai che?
4 Ago 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Sul Canone Rai in bolletta si paga l’IVA?

L’Iva applicata sul canone Rai farebbe lievitare l’importo da 100 euro a 122 euro: in realtà si tratta di una bufala; l’Iva non si applica sulle imposte e, quindi, neanche sul canone Rai.

 

Sul Canone Rai addebitato sulla bolletta della luce si deve pagare l’IVA? Un interrogativo che sta circolando, in queste ore, sul web facendo gridare l’allarme a più di un utente. Vengono diffuse immagini virali come quelle qui sotto che, in realtà, sono solo frutto di disinformazione; si tratta cioè, per dirla con un termine ormai social, di “bufale”. Allora lo diciamo subito: sul Canone Rai non si deve pagare l’Iva. Il canone è, infatti, un’imposta e, secondo ormai un orientamento pacifico della giurisprudenza, sulle tasse non si deve aggiungere l’Iva.

 

canone rai2 canone rai3 canone rai 2

 

Dunque, non è vero che, alle 100 euro del canone Rai va aggiunto il 22% a titolo di Iva per un totale da pagare di 122 euro, conto che – secondo il passaparola su Facebook e sui vari gruppi di Whatsapp – arriverebbe a fine anno, dopo il primo acconto di 70 euro sulla bolletta di luglio.

 

Secondo quanto riportato dalla stessa Agenzia delle Entrate, con una circolare del mese scorso [1], il Canone Rai si compone delle seguenti voci:

  • 92,18 euro a titolo di canone vero e proprio;
  • 3,69 euro per Iva;
  • 4,13 euro per tassa di concessione governativa per il rinnovo degli abbonamenti ad uso privato.

Il totale, come si evince facilmente, è di 100 euro. E ciò si può facilmente evincere già dalle prime bollette che stanno arrivando agli utenti, secondo il dettaglio che viene riportato qui sotto.

 

Bolletta luce canone rai

 

In particolare, la determinazione dell’importo del canone da addebitare sull’utenza elettrica residenziale tiene conto:

  • per l’anno 2016, della misura del canone di abbonamento alla televisione per uso privato stabilita nell’importo complessivo di euro 100;
  • delle disposizioni sulla misura e sul pagamento del canone previste dal Regio Decreto del 1938 e di altre disposizioni rilevanti, anche al fine di applicare l’IVA e le tasse di concessione governativa;
  • per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica residenziale, della previsione per cui il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall’impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate. Le rate, ai fini dell’inserimento in fattura, s’intendono scadute il primo giorno di ciascuno dei mesi da gennaio ad ottobre;

 

Quindi non è vero che la diminuzione dell’importo del Canone Rai, che da quest’anno viene portato a 100 euro, sarebbe comunque riassorbita dall’Iva, portandone nuovamente l’ammontare a 122 euro (del resto se così fosse, l’Iva si sarebbe applicata anche negli anni passati).

 

L’Iva resta quindi dovuta solo sulla quota dell’energia elettrica e non sul canone Rai. A riguardo di bollette, si ricorda comunque la sentenza della Corte di Cassazione che ha previsto l’esenzione Iva sulle bollette di acqua e gas, almeno per quanto riguarda la componente delle accise (per maggiori informazioni leggi “Iva sulle bolletta: come ottenere i rimborsi”).


[1] Ag. Entrate circolare n. 29/E del 21.06.2016.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti
22 Ago 2016 teresa germano

Allora mi spiegate perchè sulla mia bolletta ci sono 80,00 Euro, se non si paga l’I.V.A?

 
25 Ago 2016 marco falzano

……spiegatelo anche a me , 80 euro di canone rai

 
26 Ago 2016 piero furnari

a me a arrivata di 72,90 bohh

 
29 Ago 2016 Massimo Pecoraro

… c’è qualcosa che non quadra….. a me è arrivata la bolletta con 80 euro di canone con la specifica periodo gen-ago …. a conti fatti pagherò 120,00 euro ….!! ????

 
9 Set 2016 candido meriggiola

Mi dispiace per voi, ma nella mia bolletta la somma dovuta è 70.00 euro senza addizionale I.V.A., mi sembra strano ciò che scrivono……

 
26 Set 2016 Michele Grande

Mi riferisco, in particolar modo, alla signora Teresa Germano e ai signori Marco Falzano e Massimo Pecoraro ma vale per tutti: la somma del canone RAi è di 100 euro complessivi (senza IVA quindi) da ripartire in 10 rate di 10 euro. Coloro i quali hanno ricevuto l’addebito dell’importo di 80 euro (tra cui ci sono anche io), hanno pagato 8 rate da 10 a cui bisogna aggiungere altri 20 euro che sono le restanti 2 rate da 10 euro per un totale di 100 euro. Amemsso e non concesso che bisogna aggiungere anche l’IVA, deve essere chiaro che si sarebbe dovuta applicare anche negli scorsi anni quindi, se fino al 2015 l’ìimporto del canone RAI è stato di 110 euro (più o meno, non ricordo bene), bisogna aggiungere anche l’IVA del 22% calcolata sull’importo di 110 euro (ripeto, non ricordo precisamente quanto fosse ma di sicuro era maggiore di 100 euro). Quindi, se il 22% di 100 euro è 22 euro, il 22% di una cifra maggiore di 110 euro è una cifra maggiore di 22 euro quindi il risparmio comunque c’è rispetto all’anno scorso. Ora, l’IVA non si applica sulle tasse, anche perchè l’IVA è l’Imposta sul Valore Aggiunto, quindi il canone RAI è di 100 euro. Nel caso vi vengano addebitata cifre superiori, non gridate allo scandalo ma recatevi dall’Agenzie delle Entrate del vostro territorio e fatelo presente perché è un semplice errore che rimedieranno tranquillamente: non gridate suubito allo scandalo e non credete a tutto quello che viene passato su internet, ne guadagnerete di salute e di portafogli 😉

 
19 Nov 2016 Marco Simonetti

Guardi, io ho usato il vostro forum per informarmi e ho detto a tutti ciò che era corretto dire, cioè 100 euro in rate diverse ma quello era l’importo perchè il Governo così aveva deciso e io mi fidavo…tutto bene, ho pagato la prima rata di 80 euro ne ho ricevuta una seconda di 20 euro (dopo un bimestre) e ora sorpresona……altri 10 euro nella bolletta che devo pagare a Novembre…..qualcosa non quadra…..non diciamo certo bufale ma per ora di canone mi troverò a pagare più dell’anno precedente (posso fornire le bollette che certificano ciò che dico) e vi chiedo…e quindi?Sarà colpa dell’Enel mi direte certamente voi…..io vi dico…se questo Governo di COGLIONI avesse lasciato tutto come doveva essere e avesse abbassato l’imposta io l’avrei pagata come ogni anno con il bollettino postale e non ci sarebbero state colpe ad altri, perchè ricordate sempre che non hanno combattuto l’evasione visto che nemmeno il 60% degli italiani hanno deciso di pagare il canone in bollette (quindi flop clamoroso).Risultato chi ha sempre pagato si trova a dover fare richieste per soldi pagati e non dovuti al fornitore di energia e chi non paga continua a non pagare!!!!!!
Scusate, ma voglio farvi presente che ho qui con me in negozio un amico che è nella mia stessa situazione…difficile che sia un caso isolato quindi…