Ecco le alternative a Torrentz che ha chiuso i battenti
Tech
8 Ago 2016
 
L'autore
Giovanni Garro
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Ecco le alternative a Torrentz che ha chiuso i battenti

Torrentz era il più grande motore di ricerca per file torrent, ma dopo la sua chiusura gli smanettoni della Rete sono già pronti a migrare su altri servizi alternativi.

 

A differenza di altri servizi, non si tratta a quanto pare di un blocco dovuto a un’azione mossa dalle forze dell’ordine o a qualche filtro applicato dai provider. O almeno non si tratta di un’azione diretta. Torrentz, che per anni è stato punto di riferimento per tantissimi smanettoni alla ricerca di contenuti illegali sul Web, sembra abbia preso la decisione di interrompere la sua attività in modo autonomo.

 

Si tratta quasi sicuramente di una decisione presa in considerazione degli ultimi avvenimenti che hanno portato all’arresto del fondatore e proprietario di Kickass Torrents. Torrentz era il più grande motore di ricerca per file torrent, uno dei sistemi di file sharing preferito dai pirati per la condivisione di file illegali.

torrentz_1

Come premesso, il sito non è effettivamente bloccato ma è sempre raggiungibile all’indirizzo http://torrentz.eu, dove però viene visualizzato il messaggio “Torrentz was a free, fast and powerful meta-search engine combining results from dozens of search engines” e se si prova a fare una ricerca, non si ha alcun risultato a parte il messaggio “Torrentz will always love you. Farewell.”.

 

Morto un Papa se ne fa un altro, verrebbe da dire. E sicuramente questo è anche il motto adottato dai soliti smanettoni che hanno già pronte le alternative dove possono trovare quello che gli serve. Tra questi basta citare isoHunt, Toorgle, Torrent Reactor, http://torrentsearchengine.altervista.org, Torrent Finder e altri ancora.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti