Il fondo patrimoniale: cos’è e come funziona
Professionisti
18 Ago 2016
 
L'autore
Edizioni Simone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Il fondo patrimoniale: cos’è e come funziona

La tutela della casa dai creditori: l’istituto del fondo patrimoniale tutela gli immobili dai pignoramenti per debiti contratti per esigenze estranee ai bisogni familiari.

 

I coniugi possono conferire dei beni immobili, mobili registrati ovvero dei titoli di credito in un fondo destinato a far fronte ai bisogni della famiglia.

Il fondo patrimoniale può essere costituito non solo da uno dei coniugi o da entrambi, ma anche da parte di un terzo.

La sua costituzione deve avvenire per atto pubblico e i beni che ne fanno parte possono essere:

 

— di proprietà di entrambi i coniugi;

— di proprietà in tutto o in parte di uno solo di essi (il coniuge che costituisce il fondo patrimoniale può riservarsene la proprietà ovvero attribuirla volontariamente all’altro coniuge);

 

— di proprietà di un terzo nel caso in cui l’atto di costituzione sia stato compiuto da un terzo che si sia riservata la proprietà dei beni costituenti il fondo.

 

La proprietà dei beni, se non è stato diversamente stabilito nell’atto di costituzione, spetta ad entrambi i coniugi; tuttavia il giudice, quando il fondo cessa, considerate le circostanze, può decidere di attribuire, in godimento o in proprietà, una quota dei beni ai figli.

 

I frutti del fondo, comunque, devono essere impiegati per i bisogni della famiglia e amministrati secondo le regole della comunione legale (art. 168 c.c.). Dispone, inoltre, l’art. 170 c.c. che l’esecuzione forzata sui beni del fondo e sui frutti di essi non può avere luogo per debiti che il creditore conosceva essere stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia.

 

Per quanto concerne l’alienazione dei beni del fondo l’art. 169 c.c. distingue due ipotesi:

 

se vi sono figli minori: è necessaria l’autorizzazione del tribunale, da accordarsi solo in caso di necessità od utilità evidente;

 

se non vi sono figli minori: l’alienazione è subordinata solo al consenso di entrambi i coniugi, salvo che i beni siano stati già dichiarati alienabili all’atto della costituzione del fondo patrimoniale.

agente-immobiliare


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti