WhatsApp condivide i dati con Facebook e dice addio alla privacy?
Tech
26 Ago 2016
 
L'autore
Giovanni Garro
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

WhatsApp condivide i dati con Facebook e dice addio alla privacy?

I nuovi termini d’uso di WhatsApp informano gli utenti che da oggi alcune informazioni degli utenti come il numero di telefono verranno condivisi con Facebook.

 

C’era da aspettarselo. Sebbene Mark Zuckerberg cerchi in tutti i modi di pubblicizzare i suoi fini altruistici, molti sospettano che l’unico intento del fondatore di Facebook sia quello di fare ancora più soldi.

 

Il social network nato per favorire la collaborazione tra gli studenti è diventato il luogo più frequentato al Mondo, e per monetizzare tutto questo successo, in molti avranno notato come rispetto agli inizi oggi sia molto facile trovarsi tra un aggiornamento e l’altro anche post pubblicitari.

 

Da circa un anno Zuckerberg ha avviato una serie di progetti per portare Internet gratuito anche nelle aree depresse del pianeta. Un’attività che il furbo Mark ha cavalcato come qualcosa di lodevole, atta ad aiutare la civilizzazione dei Paesi più poveri.

 

Molto probabilmente il vero intento di Facebook è solo quello di aumentare il suo numero di utenti. La maggior parte degli abitanti dei Paesi ricchi sono anche utenti del social network. L’unico modo per aumentarli è proprio quello di attirare anche le popolazioni delle aree depresse, ma per farlo deve prima fornire loro una connessione a Internet. Così poi avrà più utenti, potrà superare il traguardo dei due miliardi di iscritti e portare nelle sue tasche ancora più soldi. Perchè più utenti vuol dire anche più pubblicità.

whatsapp_1

Ora è il turno di WhatsApp, l’applicazione di messaggistica più utilizzata al Mondo. Uno dei motivi del suo successo è stato proprio il fatto di non avere alcuna pubblicità. In molti quindi si sono chiesti come avrebbe fatto Zuckerberg a recuperare i miliardi spesi dalla sua acquisizione se avesse continuato a mantenere questa politica.

 

La risposta è arrivata dall’aggiornamento dei termini e dell’informativa sulla privacy dell’applicazione. In pratica da oggi WhatsApp condividerà alcune informazioni degli utenti con Facebook. Tra queste informazioni ci sono il numero di telefono, la frequenza con cui usano l’applicazione altro ancora. Dati che permetteranno al social network di fornire annunci più pertinenti e di conseguenza creare una pubblicità più mirata ed efficiente.

whatsapp_2

La cosa non è passata inosservata e già diversi organismi si stanno muovendo per indagare sui rischi che questo comporterà per la privacy degli utenti. Tra questi c’è ad esempio l’ICO (Information Commissioner’s Office), un’autorità indipendente del Regno Unito nata per sostenere i diritti di informazione e per la tutela e riservatezza dei dati per gli individui. Ne vedremo sicuramente delle belle.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti