Massimiliano Palumbo
Massimiliano Palumbo
27 Ago 2016
 
Le Rubriche di LLpT


Le Rubriche di LLpT
 

Terremoti e Vodafone, i fatti della settimana

Ancora informazioni anche su Canone Rai e concorso per cancellieri.

 

Questa settimana si potrebbe non scrivere. Il terremoto che ha devastato il Centro Italia mette in secondo piano ogni problema. Abbiamo più volte scritto che gli italiani pensano al futuro. Lo dimostrano i dati sugli articoli più cliccati. Il sisma di pochi giorni fa, almeno per il momento, il futuro lo ha cancellato. Ed ha reso instabile anche il presente. C’è chi ha tirato in ballo Dio, ma la colpa è solo nostra. Ed ora abbiamo paura. Ne abbiamo molta, tanto che uno degli articoli più letti è quello di Maura Corrado, Perché i terremoti avvengono di notte. Se non lo avete letto vi invito a farlo. Spiega molto bene cosa provoca un terremoto e può servire a renderci più consapevoli verso un fenomeno che trascuriamo bellamente dando poi la colpa al destino o a bizzarre tradizioni popolari. Quante volte abbiamo sentito dire: «Fa un caldo strano. Forse fa il terremoto». Ecco, tra caldo e movimenti tellurici non c’è alcuna relazione.

 

Nonostante il sisma che ha scosso le nostre vite, a quanto pare gli italiani hanno una vera, grande paura: Il Canone Rai. Ancora una volta l’articolo più letto riguarda l’abbonamento tv. Si vede che quel «posto in prima fila» ci interessa sul serio. Ma ci interessa ancor di più sapere quanti soldi usciranno dalle nostre tasche. Anche perché su questo non c’è certezza. Ottanta o settanta euro? La nostra redazione infatti si chiede: «Nella mia bolletta della luce, che scade il 26 agosto, la rata del canone Rai è di 80 euro e non 70 come avevano detto i giornali: come mai?». La risposta la trovate nell’articolo Canone Rai: se hai trovato in bolletta 80 euro e non 70. La risposta sta nel modo di spalmare la cifra su tutti i mesi dell’anno. Più tardi la cifra viene addebitata e più alto sarà l’importo che si troverà in bolletta. Per saperne di più, cliccante sul link che avete trovato poche righe più su.

 

Ed anche questa settimana tiene banco il concorso per cancellieri. Ne abbiamo parlato sette giorni addietro, ma si vede che l’interesse è ancora alto. Non c’è da meravigliarsene dal momento che «la posizione offerta è quella di personale amministrativo non dirigenziale a tempo indeterminato». Già, tempo indeterminato. Pronunciare queste parole ha lo stesso effetto di quando Totò, nel film Miseria e nobiltà, pensava al cibo che non poteva permettersi da troppo tempo. Le informazioni sul concorso le trovate cliccando su Concorso cancellieri: in Gazzetta il bando.

 

Un’altra notizia che ha un po’ scombussolato i nostri pensieri arriva da Vodafone, il famoso gestore telefonico. Infatti, il servizio che ci permette di conoscere il credito residuo, presto cambierà. Il 404 non sarà più disponibile, mentre il 414 sarà a pagamento. Apriti cielo! E giustamente. Ma ancora Maura Corrado ci spiega come usufruire, senza pagare, dello storico servizio. Approfondimenti utili qui: 414 Vodafone a pagamento: come conoscere il credito residuo gratis?

 

Questa settimana chiudiamo ancora una volta pensando al futuro, nonostante il grave sisma che ha spazzato via molte vite. È l’unico modo per vivere il presente con responsabilità. Le regole non sono fine a se stesse, devono essere rispettate, soprattutto quelle sulla normativa antisismica. È una questione culturale e vale per noi tutti. Dal più umile dei cittadini per finire, soprattutto, alle più alte cariche politiche, troppo spesso assenti in merito a questioni fondamentali per il nostro avvenire.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti