Dopo la separazione, il bambino piccolo può dormire dal padre
Lo sai che?
30 Ago 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Dopo la separazione, il bambino piccolo può dormire dal padre

 

Anche il bambino di 18 mesi può pernottare dal padre, fermo restando il collocamento prevalente presso la madre.

 

Chi l’ha detto che, in caso di genitori separati, i bambini piccoli – purché già svezzati – non possano andare a dormire dal papà? Al contrario, va favorito il pernottamento del bimbo di poco più di un anno a casa del padre, in modo anche da agevolare i rapporti tra i due. E poco importa che si tratti di una bimba o di un bimbo. A dirlo è una recente sentenza del Tribunale di Roma [1] che applica alla lettera il principio della bigenitorialità nell’interesse della stessa prole.

 

La ex moglie non può opporsi alla decisione del giudice che autorizza il bambino a dormire dal padre purché sia terminato l’allattamento; e ciò anche se il giudice ha optato per il collocamento prevalente del minore presso la madre al fine di garantirgli una stabile organizzazione della vita e una continuità di abitudini. Il pernottamento dal papà resta un’eccezione, ma da favorire e non osteggiare.

 

Nel caso di specie il giudice ha concesso all’ex marito la possibilità di vedere liberamente la bambina di appena un anno e mezzo, previo accordo con la madre, a condizione che la vada a prendere e la riaccompagni nella casa materna. Il tutto per favorire il rapporto tra i due. Fino al compimento dei due anni, saranno due i fine settimana al mese che trascorrerà col papà col quale potrà dormire anche nei mercoledì dei weekend che trascorrerà con la mamma.


[1] Trib. Roma, sent. dell’11.03.2016.

 

Autore immagine: Pixabay.com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
 
Commenti