Come non apparire online su WhatsApp
Lo sai che?
7 Set 2016
 
L'autore
Maura Corrado
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Come non apparire online su WhatsApp

WhatsApp mette a rischio la privacy: non si può non apparire online una volta effettuato l’accesso. Vediamo le alternative per difendere il diritto a non voler essere disturbati.

 

WhatsApp: si può non apparire online?

WhatsApp, il sistema di messaggistica istantanea utilizzato da milioni di utenti, ci ha sicuramente rivoluzionato la vita.

 

Tuttavia, come tutti le scoperte tecnologiche, ha qualche pecca: a quanti di noi rinunciare ad aprire la app per timore di essere “assalito” da persone un po’ troppo petulanti, che appena ci vedono online ci tempestano di messaggi? O semplicemente perché non si vuole far conoscere agli altri quando e per quanto tempo siamo online? Ancora una volta tutto ruota intorno alla tutela della nostra privacy: pensiamo a un datore di lavoro che si connetta al servizio solo ed esclusivamente per vedere quanto tempo trascorra a chattare un suo dipendente o alla moglie nel caso in cui il marito in trasferta per lavoro le abbia detto di andare a dormire mentre risulta, invece, online. E situazioni che si possono creare sono davvero spiacevoli.

 

Per molti, dunque, è un problema non da poco: WhatsApp non permette di collegarsi al servizio e risultare invisibili: ricordate? Accadeva sul vecchio MSN Messenger.

 

 

WhatsApp: come non essere disturbati?

Quindi, visto che attualmente non è possibile connettersi a WhatsApp risultando invisibili ai propri contatti, non rimane che bloccare momentaneamente le persone più petulanti, impedendo loro di vederti online e di inviarti messaggi.

 

  • Se utilizzi un Android, avvia WhatsApp, recati nella scheda “Chat” o nella scheda “Contatti” e seleziona il nominativo dell’amico da bloccare. Dopodiché pigia sul bottone “(…)” che si trova in alto a destra e seleziona prima la voce “Altro” e poi l’opzione “Blocca” dal menu che si apre.

Per ripristinare i contatti bloccati in precedenza, vai nella schermata principale di WhatsApp, premi il pulsante “(…)” in alto a destra e seleziona la voce “Impostazioni” dal menu che si apre. Successivamente, recati nel pannello “Account > Privacy > Contatti Bloccati”, seleziona il nominativo dell’utente da sbloccare e pigia sul pulsante “Sblocca (nome)” che compare al centro dello schermo.

 

  • Per l’iPhone, vai nelle scheda “Chat” di WhatsApp, seleziona una conversazione fatta con la persona che intendi bloccare e pigia sul suo nominativo collocato nella parte alta dello schermo. Nella pagina che si apre, seleziona la voce “Blocca questo contatto” (in fondo).

Per revocare il blocco, vai nella scheda “Impostazioni” di WhatsApp, recati nel pannello “Account > Privacy > Bloccati”, scorri con il dito sul nominativo da sbloccare e pigia sul pulsante rosso Sblocca che compare di lato.

 

  • Anche Windows Phone permette di bloccare i contatti di WhatsApp, selezionando la scheda “chat” e pigiando sul nominativo della persona che intendi bloccare. Dopodiché devi premere il pulsante “(…)” che si trova in basso a destra e devi selezionare la voce “blocca” dal menu che compare.

Per sbloccare una persona bloccata in precedenza, vai nella schermata principale di WhatsApp, pigia sul pulsante “(…)” che si trova in basso a destra e seleziona la voce “impostazioni” dal menu che compare. Nella schermata successiva, vai su “contatti”, tieni premuto il dito sul nominativo da sbloccare e seleziona l’opzione “sblocca” dal riquadro che si apre.

 

 

WhatsApp: come nascondere l’ultimo accesso?

Un altro modo per aumentare il livello di privacy su WhatsApp è disattivare la visualizzazione della data e dell’ora in cui ci si è collegati l’ultima volta al servizio: recati nelle Impostazioni della app, seleziona le voci “Account > Privacy” dal menu che si apre e imposta l’opzione “Ultimo accesso” su “Nessuno”.

 

Ricordiamo, però, che in questo modo nemmeno tu potrai vedere la data e l’ora in cui i tuoi amici si sono connessi l’ultima volta al servizio. Praticamente l’impostazione è reciproca. In caso di ripensamenti, per rendere nuovamente visibile la data del tuo ultimo accesso a WhatsApp, torna nel menu “Impostazioni > Account > Privacy” della app e imposta l’opzione “Ultimo accesso” su “Tutti”.

 

 

WhatsApp: come nascondere conferme di lettura?

Altro accorgimento per ridurre la propria visibilità su WhatsApp è disattivare le conferme di letture, le spunte blu che compaiono accanto a un messaggio quando l’abbiamo letto.

 

Recati nelle impostazioni dell’applicazione, seleziona le voci “Account e Privacy” dalla schermata che si apre e sposta su “OFF” l’opzione relativa alle “Conferme di lettura”.

 

Vale il discorso dell’ultimo accesso: se disattivi la visualizzazione delle “tue” spunte blu non vedrai più nemmeno le spunte blu sui messaggi che invii ai tuoi amici. Per i messaggi scambiati nei gruppi le spunte blu rimangono sempre attive.

 

In caso di ripensamenti, puoi ripristinare le conferme di lettura tornando nel menu “Impostazioni > Account > Privacy”, riportando su “ON” l’opzione relativa a questa funzione.

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti