Come riscuotere l’incasso del Superenalotto tramite banca
Lo sai che?
23 Set 2016
 
L'autore
Carlos Arija Garcia
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Come riscuotere l’incasso del Superenalotto tramite banca

Le vincite fino a 520 euro si possono incassare in contanti in una ricevitoria. Quelle più fortunate possono arrivare direttamente sul conto corrente.

 

Una cosa è certa: è più facile incassare una vincita al Superenalotto che centrare la giocata giusta. Ma per entrare in possesso dei soldi bisogna seguire certe procedure, soprattutto se si vuole che l’incasso avvenga tramite la banca. Un po’ per mettere subito il denaro al sicuro, un po’ per garantirsi l’anonimato, piuttosto raccomandabile quando si diventa milionari.

 

 

Per ogni vincita, una modalità di incasso

Ci sono quattro categorie di vincite al Superenalotto e, quindi, quatto modalità per riscuotere l’incasso anche tramite banca.

La prima riguarda le vincite più modeste, quelle fino a 520 euro (al giorno d’oggi non si butta via niente). In questo caso ci sono due possibilità: ritirare il premio in contanti presentando la ricevuta originale e integra della giocata vincente presso una qualsiasi ricevitoria abilitata al gioco del Superenalotto; oppure incassare la vincita tramite assegno bancario non trasferibile, sempre in una qualsiasi ricevitoria abilitata e dietro la presentazione della ricevuta vincente originale e integra. Per questa categoria, dunque, il ruolo della banca è marginale: si limita a cambiare o a depositare l’assegno (o i contanti) sul conto corrente.

 

La seconda categoria riguarda le vincite tra 520 euro e 5.200 euro. Qui l’incasso tramite banca è più concreto. Se non altro perché la legge antiriciclaggio [1] non consente il ritiro in contanti di somme superiori ai 5.000 euro. Quindi, chi ha vinto di meno, può portare a casa i soldi subito. Chi ha vinto di più ha due possibilità:

  • farsi fare un assegno bancario non trasferibile in cui vengono indicati nome o ragione sociale del beneficiario;
  • chiedere l’incasso tramite bonifico bancario.

 

Si deve, in ogni caso, fare riferimento alla ricevitoria in cui è stata fatta la giocata vincente. Con una cifra del genere si consiglia di fare le pratiche a bassa voce. Altrimenti tocca offrire da bere a tutti i presenti.

 

Terzo scaglione: la vincita da 5.200 euro a 52.000 euro. A questo punto l’incasso del Superenalotto può essere fatto solo tramite banca. Il pagamento viene effettuato esclusivamente con un bonifico bancario. Bisogna, però, prenotare il pagamento in uno degli specifici punti vendita abilitati. Esempio banale: il vincitore arriva in uno di questi punti vendita (cappello e occhiali da sole addosso, magari anche barba finta per non essere riconoscibile), presenta la ricevuta fortunata (originale e integra), dà le sue coordinate bancarie e riceve i soldi sul suo conto corrente.

Ultima categoria di fortunati al Superenalotto, quella più ambita da tutti: riguarda le vincite oltre i 52.000 euro. Anche in questo caso arriverà l’incasso tramite banca, ma senza indossare cappello, occhiali da sole o barba finta per recarsi in un punto vendita: occorrerà presentare la ricevuta vincente in uno degli uffici premi della Sisal:

  • Via A. Tocqueville 13 – 20154 Milano;
  • Viale Sacco e Vanzetti, 89 – 00155 – Roma

Fatte le opportune verifiche, verranno trasferiti i soldi sul conto corrente del vincitore.

 

 

Incasso del Superenalotto: c’è una scadenza?

Eh si, anche l’incasso del Superenalotto ha una data di scadenza. Che – anche in questo caso – varia a seconda dell’entità del premio. Funziona così:

  • vincite fino a 520 euro: la ricevuta va presentata in qualsiasi ricevitoria entro 60 giorni di calendario dal giorno successivo all’estrazione e alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale Generale. Oppure dal 60° al 90° giorno presso gli uffici premi Sisal citati prima;
  • vincite fino a 5.200 euro: la ricevuta va presentata entro 60 giorni dal giorno successivo all’estrazione e alla pubblicazione sul Bollettino preso la ricevitoria in cui è stata fatta la giocata vincente. Oppure dal 60° al 90° giorno presso gli uffici premi Sisal citati prima;
  • vincite da 5.200 euro a 52.000 euro: la ricevuta va presentata nel punto vendita abilitato a questo pagamento entro 60 giorni dal giorno successivo all’estrazione e alla pubblicazione. Oppure dal 60° al 90° giorno presso gli uffici premi Sisal citati prima;
  • vincite tra 52.000 euro e 1.000.000 di euro: la ricevuta della giocata vincente può essere presentata non oltre il 90o giorno solare dal giorno successivo all’estrazione e alla pubblicazione esclusivamente negli uffici premi Sisal citati prima. L’incasso tramite banca avverrà entro 30 giorni di calendario dalla data di consegna della ricevuta;
  • vincite di 1.000.000 di euro o più (si, c’è anche chi è così fortunato): come nel caso precedente, la ricevuta della giocata vincente può essere presentata non oltre il 90o giorno solare dal giorno successivo all’estrazione e alla pubblicazione esclusivamente negli uffici premi Sisal citati prima. L’incasso tramite banca avverrà entro 31 giorni di calendario dalla data di consegna della ricevuta.

 

 

Le commissioni di incasso del Superenalotto

Naturalmente non è solo il vincitore a brindare quando incassa il Superenalotto, anche tramite banca. Sul premio vengono applicate delle commissioni a seconda dell’ammontare della vincita:

  • nessuna commissione per vincite di importo inferiore o uguale a 100 euro;
  • 1,03 euro per vincite di importo compreso tra 100,01 e 300 euro;
  • 3,10 euro per vincite di importo compreso tra 300,01 e 1.000 euro;
  • 6,20 euro per vincite di importo compreso tra 1.000,01 e 5.200 euro;
  • per vincite fino a 52.000 euro si applica una commissione di 5,16 euro per le prenotazioni del bonifico nei Punti Pagamento Premi.

Attenzione, però: alle vincite di importo superiore ai 500 euro, e solo per la somma che eccede da quella cifra, viene applicata una ritenuta del 6% [2].


[1] Dlgs. 231/2007.

[2] Dl. 148/2011.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti