Massimiliano Palumbo
Massimiliano Palumbo
25 Set 2016
 
Le Rubriche di LLpT


Le Rubriche di LLpT
 

Diario della settimana: da WhatsApp alle brutte figure digitali

I consigli su come bloccare i messaggi inviati con l’app di messaggistica. Concorso cancellieri: prima la selezione interna. La nostra hit con gli articoli più letti

 

Ci sono cascati tutti, o tutti hanno paura di cascarci: inviare per errore, un messaggio su WhatsApp, oltre a far fare una brutta figura, può avere effetti difficili da gestire. Saranno state queste preoccupazioni a far leggere a migliaia di persone l’articolo di Giovanni Garro «bloccare un messaggio di WhatsApp dopo averlo inviato». «La paura fa novanta» non è solo un detto, ma è quello che è successo con questo pezzo: il più letto degli ultimi sette giorni. Eppure è stato l’ultimo ad essere stato pubblicato. In una manciata d’ore sono stati scavalcati argomenti caldi come «Addio a Equitalia» e «la nuova truffa sulla bolletta del telefono». Merito di Garro, sicuramente, ma anche dei nostri lettori. Come detto altre volte La Legge per Tutti è un osservatorio privilegiato per quanto riguarda gli interessi e le preoccupazioni degli italiani. Ed allora, come bloccare un messaggio di WhatsApp inviato per errore? Nel pezzo sono indicate tre soluzioni (goo.gl/CSk3yn), qui riportiamo l’ultima: «Una volta che il messaggio è stato ricevuto dal destinatario, anche se ancora non lo ha letto, l’unico modo per impedirglielo è impossessarsi del suo telefonino». Scherziamo. È bene non prendersi mai troppo sul serio, anche quando si fanno figure barbine.

Il secondo articolo più letto riguarda invece una preoccupazione seria, la casa. Lo ha scritto la nostra redazione e mette in guardia da proprietari troppo solerti nel far valere certi diritti. Ed infatti il titolo è affitto: il locatore non può tenere la cauzione per i danni. L’articolo spiega bene il perché, ma questa frase è comunque un’ottima sintesi: «Si avrebbe un’illegittima determinazione dell’ammontare del risarcimento, fatta unilateralmente – e senza controllo – dal locatore».

Sul gradino più basso del podio troviamo il concorso per cancellieri. Segno di una pressante richiesta di lavoro. L’argomento è stato ripreso più volte ed ogni volta ha guadagnato i posti più alti della classifica. Cosa c’è di nuovo in questo pezzo scritto da Maria Monteleone? C’è che ancora bisogna attendere. La selezione, per il momento, è solo interna ed è riservata ai cancellieri che intendono fare uno scatto di carriera e diventare funzionari giudiziari. Per maggiori informazioni vi rimando all’articolo concorso cancellieri e ufficiali giudiziari: pubblicati i bandi di riqualificazione.

Concludiamo con il consueto sguardo rivolto al futuro. La nostra attenzione per la comunicazione digitale è elevata. Lo dimostrano i lettori dell’articolo sui messaggi di WhatsApp. È necessario, però, gettare il cuore oltre l’ostacolo. La comunicazione, soprattutto quella digitale, è potentissima. Ci permette di creare relazione e anche lavoro. Sì, lavoro. I libri sull’argomento sono tantissimi e in giro si organizzano corsi ed eventi, anche online. Sfruttare questi strumenti è fondamentale. Abbiamo due possibilità: farci dominare come delle marionette oppure diventare protagonisti del nostro destino.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti