HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 27 settembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Voucher: nuove modifiche

> Lo sai che? Pubblicato il 27 settembre 2016

Il correttivo al Job Act in tema di lavoro accessorio e di tracciabilità dei voucher.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato alcune integrazioni in materia di lavoro accessorio per garantire una maggiore tracciabilità dei voucher [1]. In particolare:

– i committenti imprenditori non agricoli o professionisti devono comunicare, con un anticipo di almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione, alla sede territoriale dell’Ispettorato nazionale del lavoro con un sms o tramite la posta elettronica, i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore, il luogo, il giorno e l’ora di inizio e di fine della prestazione;

– i committenti imprenditori agricoli dovranno seguire le stesse modalità di comunicazione, ma con riferimento ad un arco temporale non superiore ai tre giorni.

In caso di mancata comunicazione le sanzioni restano le stesse previste per il lavoro intermittente, che variano dai 400 ai 2400 euro in relazione a ciascun lavoratore per il quale si è verificata l’omissione.

note

[1] D.lgs. n. 81/2015.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. chiedo come si possono incassare i voucher.. se ad esempio sono un prestatore presso un privato come una colf o badante, devo avere necessariamente un conto alla posta o in banca ?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK