È vietato seguire l’ambulanza in corsa?
Lo sai che?
28 Set 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

È vietato seguire l’ambulanza in corsa?

Il codice della strada vieta agli automobilisti, incolonnati nel traffico, di mettersi in coda all’ambulanza e di seguirla per sfruttare il varco da questa aperto sulla strada.

 

È una scena triste, ma che si ripete puntualmente sulle nostre vie, specie quelle dove l’incolonnamento delle auto ha raggiunto livelli insostenibili: il traffico si apre per far spazio all’ambulanza che, a sirene spiegate, porta un malato in ospedale. Ma, subito dietro di questa, c’è qualche auto che la segue di corsa, sfruttando il varco creatosi tra gli altri mezzi. Di qui il dubbio che molti automobilisti si pongono: esiste una norma che vieti di mettersi in coda all’ambulanza per seguirla e sfruttare il vantaggio nel traffico urbano?

 

Sappiamo tutti che il codice della strada [1] obbliga tutti i conducente ad accostarsi ed, eventualmente, a fermarsi tutte le volte in cui sentono una serena spianata: il riferimento è, ovviamente, alle moto e/o auto della polizia, dei carabinieri, dei vigili del fuoco o della protezione civile; e, soprattutto, alle ambulanze. Chiunque, infatti, si trovi sulla strada percorsa da uno di tali veicoli (o sulle strade adiacenti in prossimità degli sbocchi sulla prima), appena udito il segnale acustico di allarme, ha l’obbligo di lasciare libero il passo e, se necessario, di fermarsi.

 

Poco si sa, invece, di come ci si debba comportare dopo che l’ambulanza è passata. Eppure la legge, per quanto ignorata, è molto chiara anche in proposito. In particolare, il codice della strada stabilisce che [2]: «è vietato seguire da presso tali veicoli avvantaggiandosi nella progressione di marcia». È cioè vietato seguire l’ambulanza solo quando ha la sirena accesa.

 

Dunque, può ricevere una multa chi si mette in coda all’ambulanza in corsa, con la sirena accesa, inserendosi nel varco da questa prodotto sulla strada e all’interno del traffico. In tali casi, la sanzione è di tipo amministrativo e va da un minimo di 41 euro a un massimo di 169. In più è prevista la decurtazione di 2 punti dalla patente. Nessun reato, dunque, ma solo una multa.

 


In pratica

Rischia una multa da 41 a 169 euro, più la decurtazione di 2 punti dalla patente, chi si mette in coda all’ambulanza e la segue quando ha le sirene accese, al fine di avvantaggiarsi del varco da questa prodotto all’interno del traffico.

[1] Art. 177, co. 3. primo periodo, cod. str.

[2] Art. 177, co. 3. Secondo periodo, cod. str.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti