Il condominio rimborsa solo le spese urgenti
Lo sai che?
28 Set 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Il condominio rimborsa solo le spese urgenti

Il condomino può sostenere delle spese per tutelare i beni del condominio e la proprietà comune, ma può esigere il rimborso solo di quelle urgenti.

 

C’è da riparare un gradino condominiale che serve per raggiungere la tua proprietà, ma l’assemblea non si decide mai ad approvare la spesa? o un muro del tuo pianerottolo che è stato danneggiato dai vandali che, però, a nessuno interessa aggiustare? o ancora un’aiuola o un altro bene comune che può rappresentare, per te, un pregiudizio superiore rispetto a tutti gli altri? Bene, puoi sostenere tu la spesa per conto del condominio, ma sappi che non avrai poi il diritto di rivendicare il rimborso. Difatti la legge consente al singolo condomino di provvedere alle spese per riparare o mantenere le cose comuni solo nel caso di necessità di interventi urgenti. Negli altri casi, la prestazione si intende “gratuita”. È quanto ricorda la Cassazione con una sentenza di ieri [1].

 

In base al codice civile [2], il condomino che ha assunto la gestione delle parti comuni senza autorizzazione dell’amministratore o dell’assemblea non ha diritto al rimborso, salvo che si tratti di spesa urgente.

Vediamo subito quali sono gli interventi urgenti che consentono di ottenere il rimborso dei soldi spesi. Si tratta solo quelli che risultano essere indifferibili, secondo il criterio del buon padre di famiglia, per evitare un potenziale danno. Il danno, però, deve essere diretto alla cosa comune e non invece alla proprietà individuale del singolo condomino (nel qual caso egli potrà agire in tribunale, contro il condominio, con un ricorso di urgenza).

Ad esempio non è urgente la spesa volta al miglioramento dell’aspetto estetico del condominio.

 

In assenza di un’apposita autorizzazione dell’amministratore o dell’assemblea, le spese effettuate dal singolo condomino per il condominio non vengono rimborsate, anche se necessarie; tali spese, infatti, vengono rimborsate solo nel caso in cui, oltre ad essere necessarie, siano anche urgenti. Urgenti sono le spese che non possono essere differite senza che da ciò ne discenda un danno per il condominio.

 

 

Dunque, il singolo condomino può provvedere alle spese per le cose comuni solo nel caso di interventi urgenti in modo da evitare un potenziale danno alla proprietà collettiva. In questo modo la legge vuol impedire indebite interferenze da parte dei singoli condomini non strettamente indispensabili, per far fronte ai quali l’ordinamento appronta specifici strumenti processuali alternativi.


La sentenza

Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza 14 giugno – 27 settembre 2016, n. 19022
Presidente Bianchini – Relatore Cosentino

Svolgimento del processo

La società […] s.r.l. otteneva un decreto ingiuntivo nei confronti di P.E. per il pagamento della somma di lire 3.605.823, portata dalla fattura n. 127 del 12 settembre 2001 e relativa al pagamento, pro quota, di spese che l’opposta assumeva di avere sostenuto per la manutenzione ordinaria e straordinaria di parti ed impianti comuni compresi nel cosiddetto “Condominio -omissis- “, un complesso immobiliare sito in località -omissis- , al cui interno la stessa […] s.r.l. esercitava un’attività alberghiera.
La P. proponeva opposizione, che il Giudice di pace di Alghero rigettava con sentenza confermata dal Tribunale di Sassari.
Quanto al primo motivo di gravame, con cui l’appellante contestava l’applicabilità, nella specie, della disciplina di cui all’art. 1110 c.c. in tema di comunione, anziché la diversa e più rigorosa normativa in materia di condominio, ai sensi dell’art. 1134 cod. civ., il Tribunale ha rilevato:
– che il rimborso delle spese per la conservazione o manutenzione delle parti comuni, anticipate dalla società appellata, va in effetti regolato ai sensi dell’art. 1134 cod.

Mostra tutto

[1] Cass. sent. n. 19022/16 del 27.09.2016.

[2] Art. 1134 cod. civ.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti