Pensione anticipata lavori usuranti 2017
Lo sai che?
1 Ott 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Pensione anticipata lavori usuranti 2017

Sconto dai 12 ai 18 mesi sui requisiti per l’accesso alla pensione per gli addetti ai lavori faticosi e pesanti e ai turni notturni.

 

Requisiti semplificati, ampliamento della categoria e accesso alla pensione con 12 o 18 mesi di anticipo: sono queste le novità allo studio, a favore degli addetti ai lavori usuranti e ai turni notturni.

In particolare, dovrebbero entrare a far parte della categoria anche i lavoratori dell’edilizia, marittimi e, probabilmente, gli infermieri e gli insegnanti delle scuole dell’infanzia e primarie: inoltre, i requisiti per l’accesso alla pensione dovrebbero essere semplificati e i tempi per l’uscita dal lavoro abbreviati per tutti.

Ma andiamo per ordine e cerchiamo di fare chiarezza sulla situazione attuale, in particolare su chi sono gli addetti ai lavori usuranti e quali sono i requisiti per la pensione, suddivisi per categoria.

 

 

Addetti a mansioni faticose e pesanti

Sono considerati addetti a lavori usuranti [1] coloro che svolgono una delle seguenti mansioni:

  • lavori in galleria, cava o miniera: sono comprese anche le mansioni svolte prevalentemente e continuativamente in ambienti sotterranei;
  • lavori in cassoni ad aria compressa;
  • lavori svolti dai palombari;
  • lavori ad alte temperature;
  • lavorazione del vetro cavo;
  • lavori di asportazione dell’amianto;
  • lavori svolti prevalentemente e continuativamente in spazi ristretti: la norma si riferisce, in particolare, ad attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, e, per spazi ristretti, intende intercapedini, pozzetti, doppi fondi , blocchi e affini;
  • conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo, con capienza superiore a 9 posti;
  • lavori a catena o in serie: sono comprese anche le ipotesi di chi sia vincolato all’osservanza di un determinato ritmo produttivo, o la cui prestazione sia valutata in base al risultato delle misurazioni dei tempi di lavorazione.

Il beneficio della pensione anticipata spetta se l’attività notturna è stata svolta per almeno 7 anni, negli ultimi 10 anni di vita lavorativa (dal 2018 il requisito richiesto è, invece, lo svolgimento dell’attività notturna per almeno metà della vita lavorativa).

 

 

Lavoratori notturni

Il beneficio della pensione anticipata non è limitato solo ai lavori usuranti compresi nelle categorie elencate, ma è esteso alle mansioni particolarmente faticose e pesanti in base all’orario di lavoro: difatti, rientrano nell’agevolazione anche i lavoratori tenuti a svolgere turni notturni.

In particolare, ha diritto alla pensione anticipata:

  • chi ha svolto lavoro notturno per un numero pari o superiore a 78 giorni all’anno;
  • chi ha svolto lavoro notturno tra le 72 e le 78 giornate all’anno;
  • chi ha svolto lavoro notturno tra le 64 e le 71 giornate all’anno.

Anche in questo caso, il beneficio spetta se l’attività notturna è stata svolta per almeno 7 anni, negli ultimi 10 anni di vita lavorativa, mentre dal 2018 il requisito richiesto è lo svolgimento dell’attività notturna per almeno metà della carriera lavorativa.

 

 

Pensione anticipata lavori usuranti 2016

Per ottenere la pensione anticipata, è necessario che il lavoratore maturi, entro il 31 dicembre 2016, i seguenti requisiti:

  • quota (la quota è la somma di età e contribuzione) pari a 97,7, con:
  • almeno 61 anni e 7 mesi d’età;
  • almeno 35 anni di contributi.

I requisiti sono elevati di un anno per chi ha contribuzione mista da lavoro dipendente ed autonomo.

 

 

Pensione anticipata lavoratori notturni 2016

Per quanto riguarda i lavoratori adibiti a turni notturni, i requisiti sono differenti a seconda del numero di notti lavorate nell’anno.

 

 

Lavoratori con oltre 78 notti l’anno

Per chi ha lavorato per più di 78 notti l’anno, devono essere maturati, entro il 31 dicembre 2016, i seguenti requisiti:

  • quota (sommatoria di età e contribuzione) 97,7, con un minimo di:
  • 61 anni e 7 mesi d’età;
  • 35 anni di contributi.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti
4 Ott 2016 Ivano Senici

Edilizia: un settore dove si fa più in fretta a calcolare i lavori non usuranti e che anche in questi chiarimenti, non si trova una nota che specifichi quali lavori possono essere considerati usuranti. Vengono invece elencati tante volte i lavori notturni, che di usurante hanno ben poco, se non riposare nel proprio letto, La maggior parte dei lavori notturni, sono quelli di guardia e di custodia, oppure quelli delle fonderie, fare per una settimana il lavoro notturno, non penso sia molto usurante, tra l’ altro questo lavoro viene retribuito anche bene.

 
31 Ott 2016 ciarrocchi massimo

e per chi è al comando di una nave della marina mercantile che magari deve andare in manovra più volte al giorno o magari affrontare una emergenza in mare?????? ovvero capitani di coperta? lavoro di tutto relax!!!!!