Dieci cose che mancano all’iPad
Tech
11 Ott 2016
 
L'autore
Giovanni Garro
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Dieci cose che mancano all’iPad

Ecco quello che manca al tablet di Apple per poter sostituire in tutto e per tutto un vero computer.

 

Ci sono almeno dieci cose che mancano all’iPad per poter sostituire veramente un computer portatile. Chi ha intenzione di acquistarlo per poterci lavorare considerandolo un ottimo sostituto del notebook, è bene che sappia anche le cose che non può fare per non ritrovarsi tra le mani un dispositivo bellissimo ma inutile.

 

ipad_2

 

Tra le tantissime cose che ancora non possiamo trovare sull’iPad, abbiamo deciso di prendere in considerazione le 10 a nostro parere più importanti per chi acquisti l’iPad per usarlo anche come strumento di lavoro.

 

1 Porta USB

All’iPad manca la porta Usb che consente di collegare una periferica di memoria esterna e usarla per trasferire i file dalla memoria interna a quella esterna e viceversa. C’è il connettore Lightning cui si può collegare una memoria compatibile, ma la gestione dei file non è pratica come su un Pc dove basta trascinarli o fare un copia/incolla.

 

2 Solo uno store

Non è possibile installare applicazioni da store diversi dall’App Store. Quindi è possibile utilizzare solo programmi che rispettano le linee guida di Apple e con le relative restrizioni. Ad esempio non è possibile installare applicazioni di filesharing. È vero che ci sono migliaia di app con cui è possibile fare quasi tutto, ma non tutto come qualcuno vorrebbe far credere.

 

3 Stampa

L’iPad ha un supporto per la stampa molti limitato. La tecnologia AirPrint è compatibile con tantissime stampanti in circolazione, ma offre pochissime opzioni. Non è possibile settare con precisione la qualità e come verrà stampato il documento col conseguente rischio di sprecare carta e inchiostro. Inoltre non tutte le app supportano AirPrint.

 

4 Cd/Dvd

Il tablet di Apple non supporta in alcun modo la lettura dei supporti ottici, neanche acquistando un dispositivo esterno. Chi ha vecchi Cd Audio, Dvd Video o dischi di dati dovrà per forza convertirli e trasferirne il contenuto su altri supporti di memoria che possono essere letti in qualche modo dall’iPad.

 

5 Esplora file

Manca un file manager che permette di accedere e gestire i file in memoria. Non si possono quindi copiare, rinominare e strascinare documenti, foto, video e altro come siamo abituati a fare sul Pc. E non si possono organizzare per cartelle.

 

ipad_3

 

6 Mouse

Su un dispositivo touch forse ha poco senso, ma molti preferiscono usare ancora il mouse. Solo che non è possibile collegarlo all’iPad, neanche se si tratta di un modello Bluetooth, a meno che non sia stato eseguito il Jailbreak.

 

7 Gestire database

Se per lavoro dobbiamo usare qualche file di Microsoft Access o altri database, è bene sapere che con l’iPad non è possibile farlo.

 

8 Espandere l’hardware

Non è possibile espandere la capacità di archiviazione con una scheda di memoria. Anche le app possono essere installate solo sulla memoria interna che è facile riempire visto che ci sono applicazioni e giochi di dimensione superiori al Gigabyte.

 

9 Multiutente

Non è possibile configurare più utenti in modo che ognuno possa accedere solo alle proprie app e ai propri file. Si possono usare più Apple Id per fare acquisti ma l’utente principale sarà sempre uno.

 

10 Mantenere la formattazione

Sembra una cosa da poco, ma per chi deve usare l’iPad per lavorare può rappresentare un grosso ostacolo. Se si scrive un articolo in Word, ad esempio, e poi lo si copia in WordPress, viene persa la formattazione rendendo inutile tutto il lavoro fatto. Questo perché l’iPad non consente di mantenere la formattazione da un’applicazione all’altra quando si utilizza il copia/incolla.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti