Che fine hanno fatto i Google Glass?
Tech
12 Ott 2016
 
L'autore
Giovanni Garro
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Che fine hanno fatto i Google Glass?

Erano stati presentati come il prodotto più innovativo degli ultimi tempi, ma all’improvviso dei Google Glass si è persa ogni traccia.

 

In molti si staranno chiedendo che fine hanno fatto i Google Glass. Gli occhialini supertecnologici sviluppati da BigG furono annunciati nel 2012 e nel 2013 ne fu messa in vendita una prima versione Explorer dedicata agli sviluppatori ad un prezzo di 1500 dollari.

 

Non si faceva altro che parlare dei Google Glass, di come avrebbero cambiato la nostra vita rendendola migliore sfruttando la realtà aumentata. Il colosso delle ricerche aveva avviato contatti con i maggiori produttori di occhiali per realizzarne anche una versione più fashion.

 

google-glass-3

 

La data del lancio definito sembrava prossima, ma col passare dei mesi l’interesse è andato scemando e Google è stata bravissima a distogliere l’attenzione da quello che potrebbe essere considerato uno dei più grandi flop degli ultimi anni.

 

A dire il vero non ho mai creduto in un prodotto del genere, non perché non fosse tecnicamente valido o perché non ci sarebbero state moltitudini di persone disposte a comprarli. Le mie perplessità erano tutte relative alla privacy, perplessità che poi sono state confermate dagli eventi.

 

Il progetto non è stato abbandonato del tutto. Se si va alla pagina dedicata ai Google Glass si trova ora un cartello in cui giganteggia la scritta «The journey doesn’t end here», ovvero «Il viaggio non finisce qui». Questo lascerebbe intendere che BigG sta ancora lavorando ai suoi occhialini, magari cercando il modo di risolvere i problemi che l’hanno costretta a metterli in standby.

 

google-glass

 

I Google Glass sono stati sommersi da una montagna di critiche, soprattutto per quanto concerne la privacy. Molti avrebbero provato disagio sentendosi osservati e ripresi dagli occhialini di Google nella loro vita privata. Non farebbe piacere a nessuno sentirsi costantemente spiati nelle abitudini di tutti i giorni, mentre si mangia un panino, si prende il sole al mare, si fa shopping o si guarda un film al cinema.

 

Milioni di persone in giro con gli occhialini di Google avrebbero messo a nudo la vita di chiunque, soprattutto di quelli più indifesi come i bambini. Già sono diverse le polemiche sull’uso degli smartphone, immaginiamoci cosa sarebbe successo con i Google Glass.

 

google-glass-2

 

Altre critiche sono state poi mosse sulla sicurezza. Guidare indossando questi occhialini avrebbe potuto portare a facili distrazioni e il tenere sempre vicino al cervello un dispositivo WiFi avrebbe potuto creare problemi di salute.

 

Google quindi si è vista costretta in un certo qual modo a mettere in standby il suo progetto in attesa che qualcosa cambi, ma al momento le speranze sono poche. Ma se per i Google Glass ora è tutto fermo, ci ha pensato Snapchat a rispolverare l’idea degli occhialini con videocamera lanciando gli Spectacles.

 

spectacles

 

Questi occhialini acquistabili a $129.99 sono in grado di registrare brevi video di 10 secondi che poi possono essere inviati attraverso l’app di messaggistica sfruttando la sincronizzazione con lo smartphone. Per maggiori informazioni basta andare sulla pagina ufficiale www.spectacles.com.

spectacles_1

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti