Vendita o affitto casa: no annunci sul web col mandato all’agenzia
Lo sai che?
12 Ott 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Vendita o affitto casa: no annunci sul web col mandato all’agenzia

È possibile pubblicare su internet un annuncio di vendita o affitto di una casa se è già stato dato mandato all’agenzia immobiliare?

 

Oggi si vende e si affitta più tramite internet che con agenzia immobiliare: i dati parlano di un forte aumento delle offerte veicolate tramite siti web dedicati all’incontro tra domanda e offerta. Alcuni di questi portali, peraltro, consentono la pubblicazione gratuita dell’annuncio, offrendo poi servizi aggiuntivi nelle versioni premium e base. Ma chi ha già affidato l’incarico all’agenzia di trovare un acquirente o un affittuario può contemporaneamente pubblicare un annuncio su internet, in una piattaforma dedicata o anche tramite i propri canali?

 

La risposta dipende dal singolo contratto firmato con l’agenzia. Se è presente la clausola di esclusiva, il proprietario dell’immobile non potrebbe andare in cerca di acquirenti o inquilini e, quand’anche dovesse trovarli, sarebbe poi tenuto a risarcire l’agente secondo le condizioni contrattuali.

 

Accanto a questa possibilità, però, esistono casi in cui il mandato sottoscritto all’agente sia senza esclusiva e, in tale ipotesi, la società immobiliare ha diritto alla provvigione solo se l’acquirente o l’affittuario è stato trovato da quest’ultima. Resta ferma, quindi, la libertà per il proprietario dell’immobile di intervenire personalmente nella ricerca di eventuali interessati all’affare. Il che gli consente di pubblicare annunci via internet di vendita o affitto della casa nonostante il contestuale mandato conferito in capo all’agente.

 

Gran parte dei contratti con le agenzie immobiliari contiene la clausola di esclusiva, ma nulla toglie che le parti possano concordare la cancellazione della stessa. Sarà sufficiente interlineare la relativa disposizione contenuta nel prestampato, accompagnando tale segno grafico con la firma di entrambe le parti a margine della correzione.

È peraltro possibile riscrivere il contratto da capo, eliminando la clausola di esclusiva.

 

L’agenzia immobiliare che abbia procurato un cliente, al proprietario dell’appartamento, ha diritto alla provvigione anche se poi il contratto di vendita o di affitto dovesse concludersi successivamente alla scadenza del mandato. Ciò che conta, infatti, è che l’agente sia riuscito a procurare il contatto tra le parti durante la vigenza del proprio incarico, a prescindere poi dalle modalità concrete con cui, poi, queste ultime abbiano deciso di portare a termine le trattativa.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti