Sospensione condizionale della pena
Lo sai che?
11 Nov 2016
 
L'autore
Sabina Coppola
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Sospensione condizionale della pena

La condanna fino a due anni di reclusione (o di arresto) può essere sospesa, ed evitarti il carcere, se il giudice pensa che non commetterai altri reati.

 

Se sei al tuo primo processo, ed il reato del quale sei accusato non è molto grave, puoi sperare di ottenere la sospensione condizionale della pena [1]. Ma andiamo con ordine.

 

 

Cos’è la pena sospesa?

La sospensione condizionale della pena è un beneficio che può essere concesso dal giudice:

  • quando infligge una pena non superiore a 2 anni di reclusione (da sola o anche congiunta alla pena pecuniaria);
  • ad un soggetto che non sia stato dichiarato delinquente abituale o professionale [2];
  • ad un soggetto che non sia mai stato condannato prima (incensurato) o che abbia subito una precedente condanna ad una pena che, cumulata con la seconda, non supera i due anni.

Ad esempio:

  • se Tizio è stato condannato a due anni di reclusione (con la sospensione condizionale della pena) non potrà più beneficiare della pena sospesa (avendo esaurito il limite di due anni);
  • se Tizio, invece, è stato già condannato ad un anno di reclusione (con sospensione condizionale della pena), il giudice potrà concedergli una seconda pena sospesa (ma solo se avrà una nuova condanna non superiore ad un anno).

Se l’imputato:

  • è minore di anni diciotto, può essere sospesa la pena non superiore a tre anni di reclusione (o di arresto);
  • ha più di diciotto anni ma meno di ventuno (infraventunenne), o ha già compiuto settanta anni, può essere sospesa la pena non superiore a due anni e sei mesi di reclusione (o di arresto).

 

 

La pena sospesa può essere concessa due volte?

Originariamente il nostro codice penale prevedeva l’applicabilità della sospensione condizionale della pena per una sola volta.

Successivamente, è stata introdotta la possibilità di beneficiare della seconda sospensione condizionale della pena, ma a condizione che:

  • la prima e la seconda pena inflitte non superino i due anni (come chiarito meglio nell’esempio fatto sopra);
  • l’imputato, per ottenere la seconda pena sospesa, dichiari espressamente la propria disponibilità a svolgere lavori di pubblica utilità o ad adempiere ad eventuali prescrizioni imposte dal giudice.

In pratica, la seconda pena sospesa non è automatica, ma è subordinata ai lavori socialmente utili.

 

 

In cosa consiste la pena sospesa?

Se hai ottenuto la sospensione condizionale della pena significa che la condanna (pena) non sarà eseguita (cioè, come dice la parola, resterà sospesa):

  • per due anni (da quando è divenuta definitiva), se il fatto per cui sei stato condannato era una contravvenzione;
  • per cinque anni (da quando è divenuta definitiva), se il fatto per cui sei stato condannato era un delitto.

Qualora dovessi commettere una altro reato doloso (nel suindicato termine di due o di cinque anni) la sospensione della pena sarà revocata e la condanna sarà eseguita.

 

 

La pena sospesa si può avere per qualsiasi reato?

La pena non superiore ai due anni può sempre essere sospesa, a prescindere dal tipo di reato commesso.

In alcuni casi, però, il giudice può subordinare l’efficacia della sospensione condizionale della pena a delle prescrizioni (ovvero l’obbligo di restituzione, il pagamento di una somma da lui stabilita, l’eliminazione di conseguenze del reato, lo svolgimento di lavori di pubblica utilità) [3].

In parole più semplici:

  • se non paghi gli alimenti alla tua ex moglie o a tuo figlio, il giudice può subordinare la sospensione condizionale della pena al pagamento di una cifra (che potrebbe rappresentare l’importo non versato);
  • se hai commesso un abuso edilizio, il giudice può subordinare la sospensione condizionale della pena all’eliminazione dell’abuso.

Ciò significa che, se non fai quello che il giudice ha richiesto (nei nostri esempi il pagamento degli alimenti o l’eliminazione dell’abuso), la pena non resterà sospesa, per cui potrai andare in carcere.


[1] Art. 163 cod. pen.

[2] Art. 164 cod pen.

[3] Art. 165 cod. pen.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti