Che rischio se pubblico una foto di minore su Facebook?
Lo sai che?
1 Nov 2016
 
L'autore
Sabina Coppola
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Che rischio se pubblico una foto di minore su Facebook?

È reato pubblicare in internet foto di minori di 18 anni anche se c’è il loro consenso.

 

Se hai scoperto che sul web è stata pubblicata una fotografia di tuo figlio senza il tuo consenso, puoi farla rimuovere ed ottenere il risarcimento del danno o, addirittura, puoi presentare una denuncia per diffamazione se l’immagine pubblicata è per lui lesiva!

 

 

Le foto di persone possono essere pubblicate?

La legge sul diritto d’autore impone che le immagini raffiguranti una persona possano essere pubblicate solo con il suo consenso [1].                                                                                                          

Se le persone raffigurate sono soggetti minori di età, il consenso dovrà essere prestato dai genitori o dagli esercenti la responsabilità genitoriale.

Il consenso non può essere implicito, presunto o tacito  ma unicamente espresso, soprattutto se le immagini riguardano soggetti minorenni, in quanto nessun bambino può essere sottoposto ad interferenze arbitrarie o illegali nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa o nella sua corrispondenza, nè a lesioni illecite del suo onore e della sua reputazione.

 

 

Se le immagini di minori non sono lesive?

Ogni bambino ha diritto ad essere tutelato dalla legge contro interferenze o atteggiamenti lesivi [2].

L’immagine del bambino minore di età (inteso come minore di anni sedici), per la legge, si considera lesa già solo con la divulgazione (non autorizzata) di immagini della sua vita privata, non essendo necessario che si tratti  di immagini offensive o pregiudizievoli per il minore.

 

 

Cosa faccio se pubblicano foto di mio figlio senza il mio consenso?

Se scopri che qualcuno ha pubblicato, illecitamente, le foto personali di tuo figlio senza il necessario consenso scritto, puoi:

  • rivolgerti al Tribunale per chiedere la rimozione immediata del contenuto pubblicato;
  • rivolgerti al Tribunale al fine di ottenere un congruo risarcimento in caso di danno, patrimoniale e non (tale diritto spetta al minore e ai suoi parenti).

 

 

Se pubblicano, con il mio consenso, un’immagine lesiva?

Può capitare, poi, che tu presti il consenso alla pubblicazione di un’immagine di tuo figlio ma poi ti accorgi che (magari per il modo in cui viene pubblicata) risulta lesiva del suo decoro.

In quel caso, anche se c’è il tuo consenso, puoi presentare una denuncia alla procura della repubblica per il reato di diffamazione  a mezzo stampa, per il quale è prevista la pena della reclusione da sei mesi fino a tre anni, ovvero della multa non inferiore a € 516 [3].

 

 

Vi sono eccezioni alla regola del consenso?

Abbiamo detto che le immagini di persone possono essere pubblicate solo se vi è il loro consenso.

Il consenso non è, però, richiesto se l’immagine riprodotta:

  • riguarda una persona nota o una persona che ricopre un pubblico ufficio;
  • è pubblicata per necessità di giustizia o di polizia, per scopi scientifici, didattici o culturali;
  • ritrae fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico [4].

In pratica

Attenti, dunque, a ciò che pubblicate su internet se non avete il consenso dei diretti interessati.

E ricordate che, se trovate immagini su internet di cui non avete autorizzato la pubblicazione o, in ogni caso, lesive del decoro di vostro figlio, potrete rivolgervi all’autorità giudiziaria!

[1] Art. 96 legge n. 633/1941.

[2] Conv. internazionale sui diritti dell’infanzia.

[3] Art. 595 c.p.

[4] Art. 97 legge  n. 633/1941.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti