HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 29 novembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Visita medica richiesta dal dipendente, come compilare la domanda

> Lo sai che? Pubblicato il 29 novembre 2016

Attività lavorativa che comporta dei rischi per la salute: come e quando può essere presentata richiesta di visita medica da parte del dipendente.

Le visite mediche, nell’ambito lavorativo, non sono sempre imposte dal datore di lavoro, ma possono essere anche richieste dal dipendente, qualora l’attività svolta comporti dei rischi per la sua salute.

Il Testo unico sulla sicurezza sul lavoro [1] prevede, infatti,  per la maggior parte delle mansioni che espongono il lavoratore a particolari rischi per la salute, la sorveglianza sanitaria obbligatoria. La sorveglianza sanitaria è un’attività clinica che deve essere effettuata dal medico competente (specialista in medicina del lavoro o in discipline equivalenti) e consiste nell’effettuazione di accertamenti medici periodici, che servono per:

  • identificare immediatamente eventuali danni alla salute dovuti all’attività lavorativa;
  • verificare l’eventuale presenza di problemi di salute che possono aggravarsi nel caso di particolari attività lavorative;
  • verificare nel tempo l’adeguatezza delle misure di prevenzione dei rischi adottate dall’azienda.

La sorveglianza sanitaria non è prevista, come erroneamente si ritiene, soltanto per mansioni particolarmente pericolose o pesanti, ma anche per chi svolge compiti piuttosto comuni, come il lavoro al videoterminale (è sufficiente lavorare con qualsiasi apparecchiatura dotata di monitor, come un pc, per 20 ore alla settimana perché la sorveglianza sanitaria sia obbligatoria).

In tutti questi casi, dunque, non solo devono essere effettuati periodicamente degli accertamenti sanitari obbligatori, ma il dipendente può richiedere, di propria iniziativa, di essere sottoposto a visita medica, se correlata ai rischi professionali o se le condizioni di salute possono peggiorare a causa delle mansioni svolte.

Sorveglianza sanitaria

Le visite mediche che sono disposte nei casi di sorveglianza sanitaria sono:

  • la visita medica preventiva, che serve a verificare l’assenza di controindicazioni alle mansioni a cui il lavoratore è destinato;
  • la visita medica periodica, per controllare nel tempo lo stato di salute dei lavoratori esposti al rischio;
  • la visita medica in occasione del cambio della mansione, se la nuova mansione comporta dei diversi rischi per la salute;
  • la visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro, nei casi previsti dalla normativa vigente (come il rischio chimico);
  • la visita medica precedente alla ripresa del lavoro, a seguito di assenza per motivi di salute di durata superiore ai 60 giorni continuativi (questo accertamento è obbligatorio solo per lavoratori in sorveglianza sanitaria periodica);
  • la visita medica su richiesta del lavoratore, se ritenuta dal medico competente correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta.

Al termine dell’accertamento sanitario, il medico deve esprimere un giudizio sull’idoneità alla mansione specifica, che può essere di:

  • idoneità alle mansioni;
  • idoneità parziale, temporanea o permanente, con prescrizioni o limitazioni;
  • inidoneità temporanea;
  • inidoneità permanente.

Il medico deve comunicare il giudizio al lavoratore e al datore di lavoro. Contro il giudizio del medico competente è ammesso ricorso, entro 30 giorni dalla data di comunicazione del giudizio medesimo, all’organo di vigilanza territorialmente competente che dispone, dopo eventuali ulteriori accertamenti, la conferma, la modifica o la revoca del giudizio stesso.

Visita medica richiesta dal dipendente: la domanda

Vediamo ora il facsimile della domanda che può essere presentata dal dipendente nei casi in cui debba richiedere la visita medica, per verificare le sue condizioni di salute.

È importante che nella domanda sia specificata, da parte del lavoratore, la motivazione per cui si richiede l’accertamento sanitario, ossia il problema di salute riscontrato, assieme alle modalità con le quali il problema può interferire con l’attività lavorativa.

Richiesta di Visita al Medico Competente

(Articolo 41, comma 2, lettera c, Decreto Legislativo 81/2008)

Il sottoscritto

Cognome e nome ____________________________________________ Data di nascita ________________

Struttura di afferenza ______________________________________________________________________

Area di lavoro/Responsabile ______________________________________________________________________

Qualifica ___________________________ ___________________________________

Mansione _______________________________________________________________

Recapito telefonico _______________     E-mail _________________________________

Motivo della richiesta (specificare il problema di salute): _________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________

Ritiene che il problema da Lei indicato interferisca con il normale svolgimento dell’attività lavorativa?

SÌ ¨   NO ¨

Se ha risposto “SÌ” specifichi in che modo

 

________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________

Data della richiesta ________________                Firma __________________________________________

 

 

————————– Riservato all’Unità Specialistica di Medicina del Lavoro ———————

¨ Visita prenotata per il giorno _________________ alle ore _________________ .

¨ La visita richiesta non verrà effettuata perché si ritiene che non sussistano i requisiti previsti dall’articolo 41 comma 2 lettera c, del DLgs 81/2008 in quanto:

¨ la richiesta non è correlata ai rischi lavorativi

¨le condizioni di salute non sono suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta

Firma del medico competente _______________________________________

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK