Tutor, funziona se sto a cavallo di corsie o su quella di emergenza?
Lo sai che?
3 Nov 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Tutor, funziona se sto a cavallo di corsie o su quella di emergenza?

Multe, ricorsi contro tutor: è vero che, se guido a cavallo di due corsie o mi inserisco nella corsia di emergenza al passaggio sotto la colonnina con il tutor, non vengo fotografato e la mia velocità non viene registrata?

 

C’è una convinzione tra molti automobilisti che circolano in autostrada: quella secondo cui chi viaggia sulla corsia di emergenza non viene rilevato dal tutor e, quindi, è al riparo da qualsiasi multa anche in caso di eccesso di velocità. C’è anche chi crede che, guidando con le ruote di destra e quelle di sinistra in due corsie diverse, il tutor non è in grado di rilevare la presenza dell’auto, scambiandola per due motociclette.

Si tratta però di due false convinzioni. Vediamo perché.

 

 

Il tutor funziona se cammino sulla corsia di emergenza?

Le telecamere del tutor sono in grado di rilevare anche i veicoli che viaggiano in corsia di emergenza. Anzi, in questo caso potrebbe scattare anche un’ulteriore contravvenzione atteso che la regola generale impedisce agli automobilisti di occupare la corsia di emergenza. Vi sono però alcune eccezioni. In particolare il codice della strada stabilisce che la corsia di emergenza può essere percorsa solo in prossimità dell’uscita dell’autostrada (non prima di 500 metri) e qualora sulla stessa autostrada sia presente un ingorgo. Inoltre si può usare la corsia di emergenza quando sopraggiunge un malessere fisiologico di uno qualsiasi degli occupanti del veicolo, una inefficienza del veicolo, un momento di forte stanchezza, condizione fisica che precede il cosiddetto “colpo di sonno” (assimilabile, secondo la Cassazione, al malessere fisiologico).

 

 

Il tutor funziona se cammino a cavallo di due corsie?

Il funzionamento del tutor è indipendente dalla traiettoria seguita dal veicolo al momento del transito sotto i portali. Il tutor è in grado di rilevare correttamente anche i veicoli che transitano in diagonale o a cavallo delle corsie.

 

 

La segnalazione del tutor

In ogni caso ricordiamo che la presenza del tutor è sempre segnalata da appositi cartelli verdi installati in avvicinamento e sotto i portali. Il suo funzionamento è invece indipendente dalla pubblicazione del relativo messaggio sui pannelli luminosi.

 

Il tutor riesce a distinguere la tipologia del veicolo (automobili, auto con rimorchio, moto, camion, autocarri, autotreni, autobus). Il tutor è anche in grado di rilevare la presenza di rimorchi connessi al veicolo e, conseguentemente, associare il limite di velocità corrispondente.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti