HOME Articoli

News Pubblicato il 4 novembre 2016

Articolo di

News Facebook: guida gratuita all’uso per i giovani

> News Pubblicato il 4 novembre 2016

Minori: le istruzioni per un uso corretto di Facebook. Prima di condividere pensaci due volte.

« Tutti dicono che condividere è positivo. Grazie alla tecnologia possiamo condividere le nostre idee e opinioni, le foto e i video con gli amici e le altre persone. Nella maggior parte dei casi, condividere è positivo. Tuttavia, se non lo facciamo in modo adeguato, corriamo il rischio di ferire noi stessi o le altre persone. Ricorda anche che ciò che condividi con i tuoi amici può giungere ad altri. Ecco perché è importante riflettere prima di condividere.

Considera inoltre che i post, le foto e i video che condividi sono la tua Identità Virtuale e dicono qualcosa sulla tua personalità/carattere, sui tuoi valori e sul tuo modo di pensare.

Prima di condividere pensa perché quello che posti dice chi sei».

Inizia con queste parole la guida gratuita realizzata da Facebook Italia e dal Ministero della Giustizia a uso e consumo dei più giovani, quelli che hanno meno di 18 anni. Si tratta di un breve e schematico manuale – che potrete scaricare cliccando qui – in cui vengono illustrati i consigli di base per non rimanere intrappolati nella rete e nei tipici problemi adolescenziali.

«Tutti possono sbagliare, ma si può sempre rimediare»: è questo, sostanzialmente, il messaggio che la guida dà a tutti coloro che, senza pensarci troppo, commentano e condividono post offensivi nei confronti dei propri compagni. Bisogna avere il coraggio di tornare indietro ed evitare che un errore possa procurare danni maggiori.

Come e quando condividere un post

Quando pubblichi qualcosa su di te, una foto, un video o altre informazioni personali come il tuo numero di telefono, tieni presente che potrebbe diventare facilmente accessibile a tutti e quindi anche alle persone con cui non desideravi condividere quel contenuto. Ricorda inoltre che non è una buona idea condividere qualcosa quando stai vivendo emozioni forti come la rabbia, la tristezza o l’euforia. Calmati prima, così puoi decidere se è davvero una buona idea.

Poi chiediti:

  • Voglio che le persone mi vedano in questo modo?
  • Questo contenuto potrebbe essere usato per ferirmi? Mi darebbe fastidio se fosse condiviso con altre persone?
  • Qual è la cosa peggiore che potrebbe succedere se lo condividessi?

I consigli di Facebook

Le password non si condividono. Non condividere la tua password con nessuno. Per altri suggerimenti sulla sicurezza, accedi alla pagina facebook.com/help/securitytips

Controlla le tue impostazioni sulla privacy alla pagina facebook.com/privacy

per vedere chi può visualizzare i tuoi post.

Controlla lo strumento di selezione del pubblico ogni volta che pubblichi qualcosa su Facebook per assicurarti di condividerlo con il pubblico desiderato.

Come usare lo strumento di segnalazione sociale

Per maggiori informazioni sulla segnalazione sociale o di contenuti offensivi su Facebook, visita la pagina facebook.com/report

Orlando e la guida su Facebook

«La Guida ha grande importanza sotto il profilo della prevenzione e dell’educazione on line; ma vorremmo che i gestori di piattaforme assumessero maggiori responsabilità soprattutto nel contrasto alla propaganda d’odio, rimuovendone i contenuti», ha specificato Orlando che ha ammesso che i paesi europei al loro interno e nei confronti degli Usa sono ancora ben lontani dal condividere regole efficaci per regolamentare lo spazio virtuale globale. Certo fa impressione pensare che Facebook disponga di un proprio «servizio d’ordine», che interviene rimuovendo i contenuti considerati inappropriati. Nel mondo virtuale entra in crisi anche l’ordinamento.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK