HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 9 novembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Se non timbro il badge posso essere licenziato?

> Lo sai che? Pubblicato il 9 novembre 2016

Licenziabile il dipendente che non timbra il cartellino in modalità elettronica anche se il capo lo ha autorizzato a non farlo.

Il dipendente che non utilizza il badge per dimostrare il proprio arrivo in orario sul posto di lavoro può essere licenziato. E ciò vale anche se il lavoratore abbia comunque provveduto a una certificazione manuale in luogo di quella elettronica (di per sé facilmente alterabile e non certa). Lo ha chiarito la Cassazione in una sentenza pubblicata ieri [1]. Dunque, se il regolamento aziendale impone ai dipendenti di timbrare il cartellino nell’apparecchio elettronico, solo questo può essere il metodo di conteggio delle presenza e non valgono sistemi alternativi.

Per comprendere come stanno le cose facciamo un esempio. Immaginiamo un soggetto che presti lavoro in un’azienda dove vi è – per regolamento affisso sui locali – l’obbligo di utilizzare giornalmente il badge elettronico. Più volte capita che il dipendente dimentichi di effettuare la certificazione della propria presenza e, ormai in ritardo per farlo, vi provveda solo attraverso un registro cartaceo. Lo fa ogni volta presente al proprio superiore gerarchico e quest’ultimo nulla gli dice al riguardo, facendogli intendere che, comunque, si tratta di una mancanza perdonabile. E invece non è così: appena i vertici dell’azienda lo sanno, lo licenziano.

Chi ha ragione nel caso di specie? Il lavoratore che, comunque, era sempre sul posto di lavoro e si è soltanto dimenticato di timbrare il cartellino oppure il datore che pretende il rispetto pieno del regolamento aziendale?

Secondo la Cassazione la soluzione è a favore del datore di lavoro senza possibilità di attenuanti.

In verità, poiché il licenziamento deve essere sempre l’ultima spiaggia, ad essere punito con la massima sanzione non può essere il singolo comportamento, la ma la violazione reiterata. Così, in caso di prolungato inadempimento all’obbligo di timbrare il cartellino, può scattare la perdita del posto di lavoro.

Secondo i supremi giudici la prolungata violazione della regola aziendale riguardante l’obbligo dei lavoratori di attestare la propria presenza in entrata e in uscita mediante badge elettronico, con utilizzo della procedura manuale al di fuori di ogni plausibile ragione, integra condotta grave sotto il profilo oggettivo; essa costituisce, cioè, un illecito disciplinare per il quale il dipendente è passibile di licenziamento per giusta causa, non consentendo un controllo circa il rispetto dell’orario di lavoro e l’espletamento degli straordinari. Solo una valida giustificazione fornita dal lavoratore potrebbe chiudere le porte alla massima sanzione espulsiva.

Tale condotta peraltro – a detta della sentenza in commento – non fa altro che denotare una totale indifferenza e scarsa inclinazione ad attuare diligentemente gli obblighi assunti dal lavoratore e le regole aziendali. Mentre invece è risaputo che il dipendente deve comportarsi secondo canoni di buona fede e correttezza, senza mai ledere la fiducia del datore di lavoro.

Alcuni precedenti della Cassazione sembrano però cozzare con quanto appena affermato. In alcuni casi, infatti, i giudici hanno ritenuto eccessivamente gravosa la sanzione del licenziamento nei confronti del dipendente che, del tutto assente dal posto di lavoro perché in malattia, sia stato invece trovato a svolgere attività incompatibili con il suo stato di salute [2]. Sembrerebbe allora quasi opportuno consigliare di non andare proprio a lavoro che non, invece, andarvi e non certificare correttamente la propria presenza…

note

[1] Cass. sent. n. 22661/16 dell’8.11.2016.

[2] Cass. sent. n. 15476/2012.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK