HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 15 novembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Se perdo il portafoglio a chi posso rivolgermi?

> Lo sai che? Pubblicato il 15 novembre 2016

Ho perso il portafogli e non so a chi chiedere se è stato ritrovato: alla polizia, al Comune, all’ufficio oggetti smarriti?

Chi trova un portafogli con all’interno i soldi ed i documenti di un’altra persona deve restituire il tutto al proprietario nel più breve tempo possibile. La legge non indica un termine preciso, ma è richiesta la massima solerzia anche in rapporto alla difficoltà nell’individuare il titolare dell’oggetto. La ricerca viene normalmente eseguita attraverso i documenti di identità lasciati all’interno del portafogli, la cui lettura non implica – viste le finalità – una violazione della privacy. Una volta restituito il portafoglio al proprietario, questi, su richiesta del ritrovatore, deve corrispondergli un compenso in denaro. Non un semplice caffè, non una cena, né un servizio o un oggetto che il titolare del portafogli magari vende o eroga (si pensi al ristoratore che offre una cena nel proprio locale), ma un premio in denaro: si tratta di una percentuale, pari a 1/10 della somma ritrovata, se inferiore a 5,16 euro, ed 1/20 se la cifra dovesse essere superiore.

Se invece, dopo qualche giorno, il proprietario del portafogli non riceve alcuna telefonata da parte del ritrovatore, può recarsi al Comune del luogo dello smarrimento, presso l’ufficio oggetti smarriti, ove – se qualcuno ha ritrovato il portafogli e non è riuscito a risalire alla identità del titolare – deve essere depositato l’oggetto.

È possibile sapere se il proprio portafogli è stato ritrovato da altri ed è depositato presso l’ufficio oggetti smarriti perché il Comune deve pubblicare, nell’albo pretorio, tutti gli oggetti ivi consegnati. L’avviso dovrà restare affisso per almeno tre giorni consecutivi. In verità, il cosiddetto albo pretorio spesso si riduce ad essere una bacheca affissa all’interno del Comune, per cui è sempre consigliabile recarvisi di persona.

Il titolare del portafogli ha un anno di tempo per rivendicare la proprietà sull’oggetto. Se trascorre un anno dall’ultima pubblicazione, senza che il proprietario del denaro ritrovato abbia dimostrato e rivendicato la proprietà dello stesso, la somma in questione diverrà di proprietà del ritrovatore.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK