Quali documenti servono per fare il passaporto
Lo sai che?
17 Nov 2016
 
L'autore
Emanuele Carbonara
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Quali documenti servono per fare il passaporto

Viaggiare all’estero: per ottenere il passaporto bisogna presentare tutta la documentazione necessaria, oltre a pagare delle tasse amministrative.

 

Per fare il passaporto servono una serie di documenti, tra cui l’apposito modulo di richiesta, la propria carta d’identità, due fototessere e una ricevuta che attesti il versamento degli oneri amministrativi previsti (in tutto poco più di 100 euro). Per i minori di età, oltre alla compilazione di un modulo specifico e diverso da quello dei maggiorenni, occorre l’assenso di entrambi i genitori.

Dove e come fare il passaporto

Il passaporto è il documento necessario per viaggiare al di fuori dell’Unione Europea. Dal 2010 è stato introdotto il passaporto elettronico: si tratta sempre di un libretto cartaceo, ma sulla copertina c’è un microchip contenente i dati del titolare, la sua foto e le impronte digitali. Per i maggiorenni, esso ha durata decennale. Alla scadenza dei dieci anni però, non si rinnova: occorre presentare richiesta per un nuovo passaporto. Per quanto riguarda i minori di età, inoltre, dal 2012 non è più valida l’iscrizione del bambino o ragazzo sul passaporto del proprio genitore. Il minorenne, per viaggiare, avrà bisogno di un passaporto individuale, per cui è disponibile uno specifico modulo di richiesta.

 

La domanda per ottenere il passaporto può essere fatta presso la questura o il commissariato (ufficio passaporti) del proprio paese di residenza. La stessa può effettuarsi anche presso il comando dei carabinieri della propria città (per le impronte digitali, però, bisognerà per forza andare in questura o in commissariato). Si può chiedere il documento anche alla questura o al commissariato del luogo di domicilio o dimora (e non di residenza): chi lo fa, però, è tenuto a dimostrare che il proprio domicilio o la propria dimora sono in un comune diverso rispetto a quello di residenza, nonché a spiegare i motivi per cui non si è presentata richiesta in quest’ultimo luogo. In questo caso, inoltre, i tempi rilascio saranno più lunghi, in quanto occorrerà ottenere il nulla osta della questura del luogo residenza.

 

Tramite il sito della Polizia, si può accedere al servizio online di prenotazione del passaporto: in pratica si sapranno in anticipo luogo, data e ora in cui ritirare il documento, in modo da evitare le lunghe file presso gli uffici competenti. Il sistema genera una ricevuta, che bisognerà consegnare quando si andrà a ritirare il passaporto.

I documenti necessari per fare il passaporto

I documenti da presentare per richiedere il passaporto sono i seguenti:

  • innanzitutto, il modulo di richiesta del passaporto (attenzione perché per i minorenni c’è un modulo diverso rispetto ai maggiorenni). Il modello è scaricabile dal sito della Polizia di Stato: si compila direttamente al computer, dopodiché va stampato e firmato;
  • un documento di riconoscimento non scaduto (carta d’identità), più una fotocopia dello stesso;
  • due fototessere identiche e recenti. Lo sfondo deve essere perfettamente bianco. Chi indossa gli occhiali può tenerli, a patto che le lenti non siano colorate e non alterino la fisionomia del volto;
  • al ricevuta di pagamento del bollettino postale (occorre versare 42,50 euro al conto corrente n. 67422808 intestato a «Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro», con causale «importo per il rilascio del passaporto elettronico»). Presso gli uffici postali sono disponibili bollettini precompilati;
  • un contrassegno amministrativo da 73,50 euro, disponibile presso ogni tabaccaio;
  • se si richiede un nuovo passaporto perché il vecchio è rovinato o scaduto, occorre portare con sé anche quest’ultimo documento;
  • se si richiede un nuovo passaporto perché il vecchio è stato smarrito o rubato, è necessario presentare, insieme alla richiesta, copia della denuncia di smarrimento o di furto;
  • se il cittadino ha utilizzato il sistema di richiesta online, deve presentare anche la ricevuta ottenuta al momento della prenotazione telematica.

 

É opportuno ricordare che la richiesta del passaporto per un minore va corredata dal consenso di entrambi i genitori o, in mancanza, dall’autorizzazione del giudice tutelare. Di conseguenza, entrambi i genitori (sposati, conviventi, divorziati o separati che siano) devono presentarsi davanti al pubblico ufficiale per firmare una dichiarazione di assenso al rilascio del documento. Se uno è impossibilitato, deve consegnare all’ufficio una fotocopia del suo documento di riconoscimento firmata in originale, più una dichiarazione scritta con cui acconsente all’espatrio del minore, sempre firmata in originale. Tutta questa procedura, lungi dal voler imporre inutili oneri burocratici, è prevista dalla legge esclusivamente per tutelare il minore.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti