Cosa sono i capigruppo parlamentari
Lo sai che?
25 Nov 2016
 
L'autore
Emanuele Carbonara
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Cosa sono i capigruppo parlamentari

Organizzazione del Parlamento: cosa sono i gruppi e i capigruppo parlamentari di cui tanto sentiamo parlare sui giornali e in tv?

 

I capigruppo parlamentari sono i presidenti dei gruppi costituiti all’interno della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica (che insieme formano il Parlamento). I gruppi sono associazioni volontarie di deputati e senatori politicamente affini: in pratica, essi costituiscono il riflesso dei partiti politici all’interno del Parlamento stesso. I gruppi sono fondamentali per lo sviluppo della dialettica parlamentare e per una corretta organizzazione della nostra assemblea legislativa. I capigruppo formano la Conferenza dei presidenti di gruppo, presente in ognuna delle due camere. Tra i compiti di quest’organo, il più importante è quello di stilare il calendario dei lavori di Camera e Senato e di fissare l’ordine del giorno delle sedute.

I gruppi parlamentari: cosa sono

Quando si tengono le elezioni politiche, i cittadini scelgono i loro rappresentanti, ossia i parlamentari. Nel Parlamento, tuttavia, non esistono i partiti politici, ma i gruppi parlamentari, che altro non sono se non proiezioni dei partiti stessi all’interno della Camera e del Senato. In pratica, tutti i membri di una determinata compagine politica vanno a costituire uno specifico gruppo all’interno dell’assemblea legislativa. Quando una camera si riunisce, i membri di uno stesso gruppo siedono vicini, disponendosi da sinistra a destra nell’emiciclo dell’aula (da qui nasce la consuetudine di identificare una parte politica come di «sinistra», di «destra» o di «centro»).

 

Entro due giorni dalla prima seduta della Camera, i deputati devono dichiarare al segretario generale di quale gruppo intendono far parte. La stessa cosa avviene per il Senato, ove la scelta va fatta entro tre giorni dalla prima seduta e va comunicata al Presidente del Senato stesso. Chi non esprime alcuna preferenza entra nel «gruppo misto», che riunisce appunto i parlamentari che non vogliono appartenere a nessuno dei raggruppamenti costituiti. Tutta le attività del Parlamento vengono effettuate con il coinvolgimento dei gruppi. Ad esempio, le varie Commissioni (gli organi interni di ciascuna camera) sono costituite in modo tale da rispecchiare la proporzione dei gruppi parlamentari.

I capigruppo parlamentari e la Conferenza dei capigruppo

Ogni gruppo costituito nel Parlamento elegge al suo interno un presidente. I capigruppo parlamentari, quindi, altro non sono se non i presidenti dei gruppi stessi. Essi assumono un ruolo di leadership all’interno del proprio raggruppamento, nonché di rappresentanza dello stesso nell’assemblea. Tutti i capigruppo parlamentari poi, fanno parte della Conferenza dei presidenti di gruppo (o, appunto, Conferenza dei capigruppo). Si tratta di un organo presente sia nella Camera che nel Senato, con diverse funzioni necessarie per l’attività del Parlamento stesso. La Conferenza è formata da minimo 20 deputati, alla Camera, e minimo dieci senatori, al Senato. Essa è presieduta dal Presidente dell’assemblea di riferimento.

 

In particolare, la Conferenza dei capigruppo parlamentari ha il compito di:

  • programmare i lavori dell’assemblea (Camera o Senato), con l’elenco degli argomenti da esaminare nei mesi successivi: viene stabilito l’ordine di priorità delle materie che bisogna trattare e il periodo in cui si prevede l’iscrizione all’ordine del giorno dell’assemblea;
  • stilare il calendario dei lavori della camera di appartenenza, tenendo conto delle priorità indicate dal Governo, delle richieste dei gruppi o dei parlamentari stessi;
  • per la Camera dei deputati, deliberare sulle richieste di urgenza per la discussione e votazione di progetti di legge. In pratica, il Governo, un capogruppo o un certo numero di parlamentari può chiedere che un progetto di legge presentato venga dichiarato urgente: la Conferenza dei capigruppo ha il compito di decidere su questa richiesta;
  • sempre per la Camera dei deputati, pronunciarsi sulla richiesta, da parte del Governo, di deliberare su un progetto di legge collegato alla manovra di finanza pubblica.

Come visto, quindi, i gruppi e i capigruppo parlamentari sono fondamentali sia per l’organizzazione interna del Parlamento, sia per lo svolgimento dell’attività di Camera e Senato. Gli stessi costituiscono, quindi, una delle componenti principali della nostra assemblea legislativa.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti