Come fare per non risultare nello stato di famiglia dei genitori
Lo sai che?
30 Nov 2016
 
L'autore
Sabina Coppola
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Come fare per non risultare nello stato di famiglia dei genitori

Per uscire dallo stato di famiglia dei tuoi genitori, perché vuoi cambiare città, vivere da solo o creare un nuovo nucleo familiare, basta che cambi residenza.

 

Se ti sei sposato e non vuoi più risultare nello stato di famiglia dei tuoi genitori o se, semplicemente, non vuoi più essere a carico dei tuoi familiari, devi andare al comune e chiedere il cambio di residenza.

 

 

Cos’è lo stato di famiglia?

Lo stato di famiglia attesta se una persona fa o meno parte di un determinato nucleo familiare.

Lo stato di famiglia è un certificato ufficiale, rilasciato dal proprio comune di appartenenza, che attesta quali sono i componenti di un determinato nucleo familiare che abitano nello stesso luogo e hanno la stessa residenza.

Di solito è composto dai genitori e dai figli con essi conviventi, ma capita spesso che rientrino nel medesimo stato di famiglia altri parenti (nonni, generi, nuore); chiunque viva nella stessa abitazione.

Lo stato di famiglia riporta la composizione della famiglia anagrafica, ossia l’insieme di persone (legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinita’, adozione, tutela o da vincoli affettivi) coabitanti (unico nucleo familiare).

La famiglia anagrafica può essere costituita anche da una sola persona che, in questo caso, nello stato di famiglia, comparirà da sola [1].

Esistono due tipi di stato di famiglia:

  • il semplice, che si può richiedere in qualunque momento al comune di appartenenza e che attesta la situazione familiare nel momento della richiesta;
  • lo storico, che invece attesta tutti i diversi nuclei familiari di cui ha fatto parte il richiedente nella sua vita.

 

 

Che valore ha lo stato di famiglia?

Lo stato di famiglia è un documento che ha valore legale a tutti gli effetti e, quindi, comporta delle responsabilità e degli obblighi dei dichiaranti ed è soggetto ai dovuti controlli da parte delle autorità urbane; è importante ai fini delle dichiarazioni dei redditi, del calcolo della tassa dei rifiuti, per riduzioni e sgravi sia fiscali che medici.

 

 

Come cambio la stato di famiglia?

Se un soggetto della famiglia va, per esempio, a vivere fuori casa, cambia appartamento oppure si sposa e si trasferisce, l’intero stato di famiglia varia.

Il soggetto che, recandosi presso l’ufficio delle anagrafe del proprio comune e dichiarando la sua nuova condizione, cambierà residenza, varierà automaticamente anche il proprio stato di famiglia.

Dovrà portare con sé:

  • documento di identità;
  • certificato di residenza.

 

 

Posso rientrare nel vecchio stato di famiglia?

Se un figlio sposato si separa dalla moglie e decide di tornare a vivere (stabilmente) con i genitori nella stessa casa, o se un figlio che si era trasferito fuori città torna a casa ad accudire un genitore malato, può variare di nuovo la residenza e lo stato di famiglia.


[1] Art. 4 del D.P.R. n. 223 del 30.5.1989

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti