HOME Articoli

Le Guide Pubblicato il 26 novembre 2016

Articolo di

Le Guide Gli eredi devono pagare la cartella esattoriale del defunto?

> Le Guide Pubblicato il 26 novembre 2016

Cosa devono fare i familiari quando ricevono una cartella esattoriale del defunto?

Cosa fare se l’Agenzia delle Entrate o Equitalia notificano un avviso o cartella esattoriale per debiti, tributi o violazioni del defunto? I familiari devono pagare tutte le somme oppure possono chiedere l’archiviazione o annullamento totale/parziale della cartella?

Occorre innanzitutto precisare che la successione nei crediti e debiti del defunto presuppone necessariamente la qualità di erede che si acquista con l’accettazione espressa o tacita dell’eredità.

Nel caso di accettazione pura e semplice dell’eredità, l’erede risponde di tutte le obbligazioni del defunto (comprese quelle tributarie), anche con il proprio patrimonio personale.

Diverso è il caso dell’accettazione dell’eredità con beneficio di inventario, cioè quando l’erede dichiara di voler tenere distinto il proprio patrimonio da quello del defunto. In questa seconda ipotesi, l’erede risponde comunque dei debiti ereditari, ma nei limiti del valore dei beni ricevuti. Ciò significa che se il valore del patrimonio ereditato è insufficiente rispetto ai debiti del defunto, l’erede non potrà essere chiamato a risponderne con il proprio patrimonio personale.

Premesso ciò, vediamo quando l’erede in quanto tale è tenuto al pagamento delle cartelle esattoriali del defunto e in che misura.

  • Se la cartella ha ad oggetto una multa per violazione al codice della strada commessa dal defunto, gli eredi non sono tenuti al pagamento. La sanzione amministrativa ha infatti natura personale e non si trasmette mai agli eredi.

Cosa fare: se l’erede riceve una cartella con multa per violazione al codice della strada, deve chiederne l’annullamento e archiviazione, inviando un’apposita istanza di sospensione ad Equitalia e un’istanza di sgravio all’ente creditore (Comune, Polizia Municipale ecc.) allegando il certificato di morte.

  • Se, invece, la cartella ha ad oggetto imposte e tasse (per esempio Imu, tassa rifiuti, imposte sui redditi, bollo auto ecc.) gli eredi sono tenuti al pagamento in quanto il debito tributario si trasmette per successione ereditaria ma soltanto per la parte relativa al debito originario e agli interessi. Gli eredi infatti non sono mai tenuti al pagamento delle sanzioni e sovrattasse.

Cosa fare: Se l’erede riceve una cartella con debiti tributari del defunto, deve chiederne la riduzione e annullamento parziale (con eliminazione delle somme non dovute) inviando un’apposita istanza di sgravio parziale all’ente creditore, allegando il certificato di morte.

Riepilogando, ecco cosa deve fare il familiare che riceve la cartella esattoriale del defunto:

  • se il familiare ha accettato l’eredità in modo puro e semplice: deve pagare i debiti del defunto, anche con il proprio patrimonio, ma non è mai tenuto al pagamento delle multe per violazione al codice della strada né delle sanzioni in generale per ogni tributo intimato;
  • se il familiare ha accettato l’eredità con beneficio di inventario: deve pagare i debiti del defunto entro i limiti del valore dei beni ereditati, non potendo risponderne con il proprio patrimonio personale. In ogni caso egli non è mai tenuto al pagamento delle multe per violazione al codice della strada né delle sanzioni in generale per ogni tributo intimato;
  • se il familiare non ha accettato l’eredità o vi ha espressamente rinunciato e non è quindi divenuto erede: non deve pagare i debiti del defunto in quanto questi non gli sono mai stati trasmessi. In questo caso, il familiare non erede deve presentare a Equitalia e all’ente creditore un’istanza in autotutela per l’eliminazione della cartella esattoriale a proprio carico.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK