HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 3 dicembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Addio scontrini: vantaggi dei nuovi registratori di cassa

> Lo sai che? Pubblicato il 3 dicembre 2016

Opzione premiale con i registratori di cassa telematici: finisce l’era degli scontrini cartacei e i corrispettivi giornalieri vengono memorizzati e trasmessi automaticamente all’Agenzia delle Entrate.

Dal 2017, commercianti e artigiani potranno eliminare gli scontrini fiscali cartacei adottando registratori di cassa telematici con la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri.

È possibile optare per tale regime entro il 31 marzo 2017. Dal 2017 in poi la scelta potrà essere comunicata all’Agenzia delle Entrate entro il 31 dicembre di ogni anno.

La comunicazione telematica dei corrispettivi evita l’emissione di fatture e scontrini cartacei ma il commerciante è comunque tenuto a rilasciare il cartaceo qualora il cliente lo richieda.

Nuovi registratori di cassa telematici

Chi sceglie il regime telematico deve, oltre che comunicare l’opzione all’Agenzia delle Entrate:

  • adeguare il registratore di cassa già in suo possesso purchè esso rientri tra i modelli approvati al momento di entrata in vigore del regime premiale;
  • oppure acquistare il nuovo registratore di cassa telematico.

Il registratore di cassa deve essere in grado di sigillare i dati giornalmente ed inviarli all’Agenzia delle Entrate telematicamente. Deve cioè essere dotato di un software che memorizza i dati fiscali durante il giorno per poi inviarli all’Agenzia delle Entrate: al momento della chiusura giornaliera del negozio, esso crea un file con i corrispettivi, lo sigilla e lo invia automaticamente all’Agenzia delle Entrate.
I registratori telematici in uso o nuovi:

  • devono essere approvati con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, su parere della Commissione per l’approvazione degli apparecchi misuratori fiscali;
  • possono essere usati come registratori di cassa normali qualora il contribuente non eserciti l’opzione per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi.

L’Agenzia delle Entrate rilascia al titolare del Registratore Telematico un QRCODE da applicare sull’apparecchio, in modo visibile ai clienti, così che questi ultimi possano verificarne il corretto censimento e verificazione periodica mediante consultazione on-line dei dati identificativi del registratore e del suo titolare.

Vantaggi del registratore di cassa telematico

L’opzione della comunicazione telematica dei corrispettivi viene definita “premiale” in quanto presenta i seguenti vantaggi:

  • esonero dalla certificazione dei corrispettivi: non si è più obbligati ad emettere scontrino o ricevuta fiscale;
  • esonero dalla registrazione nell’apposito registro dei corrispettivi.
  • esonero dalle comunicazioni sostitutive del nuovo spesometro;
  • esonero dalle comunicazioni Intrastat– limitatamente agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in un altro Stato membro dell’Unione europea – e dalle comunicazione black list;
  •  i rimborsi Iva sono eseguiti in via prioritaria, entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione annuale;
  • il termine di decadenza per l’accertamenti ai fini Iva e delle imposte sui redditi è ridotto di due anni.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK