Tech Pubblicato il 6 dicembre 2016

Articolo di

Tech Contatti Fidati, l’app di Google che fa stare tranquilli i genitori

> Tech Pubblicato il 6 dicembre 2016

Con questa app per Android realizzata da Google possiamo permettere a familiari e amici di trovarci in caso di emergenza.

Sono molti i genitori che stanno in apprensione quando i figli fanno tardi la sera o partono per un viaggio. Starà bene? Perché non mi chiama? Non è che gli è successo qualcosa? Sono domande tipiche di ogni madre o padre ansioso. Per farci stare tranquilli, Google ha realizzato l’app per Android Contatti Fidati.

fidati_0

L’intento di BigG è quello di permetterci di rimanere in contatto con le persone care e di farci rintracciare nel caso si verificasse qualche emergenza. In pratica l’app consente a genitori, fratelli e amici stretti di conoscere la posizione dello smartphone e sapere se la persona che ne è in possesso sta bene o meno.

Il funzionamento è molto semplice. Dopo aver installato l’applicazione Contatti Fidati sul nostro smartphone Android, aggiungiamo le persone care cui permettere di rintracciarci.

fidati_1

Se ad esempio dobbiamo andare in un posto poco sicuro, possiamo condividere la nostra posizione con uno dei contatti fidati in modo che possa controllarci e sapere se stiamo bene.

fidati_2

Se il telefonino va offline perché si guasta o termina la carica della batteria, l’applicazione consente ai contatti fidati di conoscere l’ultima posizione prima che si perdesse la connessione dati.

E la privacy? Google ha pensato anche a questo. Si può stare al sicuro senza per forza dover comunicare la posizione agli altri. Quando il contatto fidato richiede la nostra posizione, si hanno 5 minuti di tempo per rifiutare la richiesta. In questo modo lui sa che stiamo bene ma non gli permettiamo di sapere dove ci troviamo. Se invece si è verificata un’emergenza e non possiamo rispondere, automaticamente comunica l’ultima posizione registrata.

fidati_3

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK