HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 28 dicembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Come tutelare il proprio figlio vittima di bullismo

> Lo sai che? Pubblicato il 28 dicembre 2016

Contro atti di bullismo, puoi presentare denuncia all’istituto scolastico, alle autorità penali e/o ricorrere al giudice civile per il risarcimento dei danni.

Se hai scoperto che tuo figlio subisce atti di bullismo, rivolgiti immediatamente al dirigente della scuola e poi vai alla procura della Repubblica o presso i carabinieri e denuncia ciò che si è verificato. Sappi, comunque, che potrai anche chiedere il risarcimento dei danni al giudice civile. Ma andiamo con ordine.

Cos’è il bullismo?

Il bullismo è un fenomeno sempre più diffuso nell’ambiente scolastico ed è caratterizzato da episodi di aggressività e prevaricazione (da parte di uno o più soggetti ritenuti forti) nei confronti di una o più vittime maggiormente fragili.

Il bullismo può essere:

  • fisico (se si manifesta attraverso botte continue e spinte);
  • psicologico (se si manifesta attraverso l’esclusione, la maldicenza e pettegolezzi di varia natura);
  • verbale (se si palesa attraverso offese, provocazioni e prese in giro).

Affinché si perfezioni il bullismo sono indispensabili  alcune caratteristiche tipiche:

  • la volontà indiscussa di mettere in atto un comportamento che offenda o faccia male ad un’altra persona;
  • l’abuso di potere per il quale il cosiddetto bullo, più forte (non solo in senso fisico), agisce ai danni di un compagno più debole e fragile;
  • il ripetersi (in modo regolare) di episodi aggressivi;
  • la presenza di un pubblico che umilii la vittima che subisce le aggressioni.

Si badi bene, il bullismo non è un reato, ma è possibile punire penalmente alcuni atti (o tutti gli atti) attraverso i quali il bullismo stesso si manifesta (come le molestie, le lesioni, la diffamazione).

Posso tutelare mio figlio dal bullismo?

Se tuo figlio subisce atti di bullismo, puoi certamente tutelarlo!

Devi innanzitutto rivolgerti all’insegnante e al preside dell’istituto affinché prendano provvedimenti, non solo a tutela di tuo figlio, ma di tutti gli altri bambini.

Successivamente, per un aiuto immediato, potrai rivolgerti:

  • ad un numero verde 800.66.96.96 o all’indirizzo e-mail bullismo@istruzione.it (istituiti nel 2007 dal Ministero dell’Istruzione);
  • al numero 113 Polizia di Stato;
  • al numero 114 emergenza infanzia;
  • al numero 112 Carabinieri;
  • al numero 19696, Telefono azzurro (linea gratuita fino ai 14 anni);
  • al numero 199.15.15.15, Telefono azzurro (linea istituzionale dai 14 anni in su e per gli adulti).

Posso presentare querela?

Il genitore (in caso di vittima minore) o la vittima personalmente (se maggiorenne) potranno:

  • sporgere querela per gli eventuali reati di percosse o lesioni [1], danni alle cose [2], diffamazione [3], minacce [4], molestie [5], qualora si siano realizzati;
  • oppure rivolgersi al tribunale civile per ottenere un risarcimento dei danni.

Il risarcimento del danno potrà essere chiesto:

  • ai genitori del bullo;
  • agli insegnanti, i quali hanno un dovere di vigilanza nei confronti dei propri alunni;
  • all’istituto scolastico, che ha un dovere di organizzazione e monitoraggio dell’istituto stesso,

e potrà essere qualificato come:

  • danno morale (derivante dai patemi d’animo sofferti dalla vittima a causa del bullismo);
  • danno biologico (riguardante la salute in sé);
  • danno esistenziale (inerente alla qualità della vita, alla reputazione ed all’immagine danneggiate).

note

[1] Art. 581, 582 cod. pen.

[2] Art. 635 cod. pen.

[3] Art. 595 cod. pen.

[4] Art. 612 cod. pen.

[5] Art. 660 cod. pen.

Se tuo figlio subisce atti di bullismo, non esitare ad avvisare l’insegnante e le autorità giudiziarie, al fine di tutelare sia tuo figlio che l’intera collettività!

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK