HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 24 dicembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Come si deve comportare il conducente di un’automobile?

> Lo sai che? Pubblicato il 24 dicembre 2016

Regole comportamentali generali relative al codice della strada e alla guida. Come comportarsi in caso di svolta.

Quando ci mettiamo alla guida della nostra auto, come è ovvio che sia, non possiamo certo fare quello che vogliamo. La conduzione di un veicolo, qualunque possa essere (auto, moto, camion, ecc), è ovviamente fonte di responsabilità e pertanto è fondamentale il rispetto di determinate regole.

Lo scopo di questo articolo è quello d’illustrare i principi generali della condotta da assumere, e di chiarire come è obbligatorio agire in un caso assai frequente, cioè quello del cambio di direzione o anche detto della svolta (a sinistra o a destra).

Brevi cenni sulle regole comportamentali di un conducente

Secondo la legge [1], un conducente deve comportarsi e guidare in modo da non creare pericoli o intralciare la libera circolazione. I suoi comportamenti devono, altresì, essere idonei a salvaguardare la sicurezza stradale. Si tratta di un principio generale che deve essere rispettato da tutti gli utenti delle nostre strade e che trova applicazione in tutti i casi. Esso è integrato dalle regole comportamentali specifiche sancite ed esplicitate nel codice della strada (ad esempio, quella relativa al rispetto dei limiti di velocità, quella che impone una certa posizione sulla carreggiata, ecc).

Ovviamente se un conducente viola il codice della strada e le disposizioni in esso contenute, non può sottrarsi alla sanzione amministrativa di conseguenza, lì dove la stessa è oggetto di accertamento ad opera degli agenti di turno.

Ad esempio, in prossimità di un incrocio, la legge impone al conducente di non effettuare alcun sorpasso e di moderare la velocità: se ciò non avviene e la descritta condotta è accertata dalla polizia stradale, scatta l’inevitabile multa a carico del trasgressore.

Obblighi del conducente in caso di svolta

Quando un conducente di un veicolo desidera cambiare la propria direzione di marcia, ad esempio svoltando a sinistra, deve non solo azionare l’indicatore di direzione, ma anche visualizzare il proprio specchietto retrovisore.

Ebbene, fatto ciò, prima di compiere la manovra, deve, comunque, accertarsi che la stessa non possa essere pericolosa o inidonea a salvaguardare la sicurezza stradale. In buona sostanza, egli deve rispettare quella regola comportamentale generale, sopra descritta, che ogni utente deve sempre ricordare, quando è alla guida di un veicolo. Tale dovere è specificatamente sancito dalla legge [2].

Ricapitolando, quindi, “mettere la freccia” e guardare nello specchietto potrebbero non essere sufficienti allo scopo, in quanto, la situazione specifica, potrebbe richiedere ulteriori cautele da rispettare per salvaguardare la sicurezza stradale.

Ad esempio, in presenza di una macchina che segue il veicolo condotto, la visuale posteriore potrebbe essere occultata dalla predetta vettura. In tal caso, il conducente potrebbe non essere sicuro di quanto sta avvenendo ancor più dietro. In una circostanza come quella poc’anzi descritta, prima di svoltare, è opportuno che il conducente di turno:

  • azioni l’indicatore di direzione (la freccia);
  • guardi nello specchietto retrovisore;
  • arresti, temporaneamente e per il tempo necessario, il proprio veicolo, per accertarsi, senza alcun dubbio, l’assenza di pericoli derivanti dal proprio cambio di direzione.

Tali obblighi comportamentali sono confermati dalla giurisprudenza della Cassazione [3].

Se non sono rispettate le descritte prescrizioni ed avviene un incidente, difficilmente avrete diritto al pieno risarcimento dei danni eventualmente subiti.

note

[1] Art. 140 cod. della strada.

[2] Art. 154 cod. della strada.

[3] Cass. pen. sent. n. 19489/2014 del 12.05.2014.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK