HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 19 dicembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Come sapere quanti proprietari ha avuto un’auto

> Lo sai che? Pubblicato il 19 dicembre 2016

Conoscere quanti proprietari ha avuto un’auto è fondamentale per stimarne il valore e metterci al riparo da acquisti incauti.

Solitamente, le auto usate che hanno avuto un unico proprietario si trovano in condizioni migliori rispetto a veicoli che hanno avuto più proprietari.

Infatti, molte auto usate che hanno avuto un unico proprietario sono relativamente nuove, potrebbero avere un minor numero di chilometri ed in generale sono meno usurate. Se, da un lato, tali auto generalmente costano poco di più, dall’altro, sono minori le probabilità che il nuovo proprietario debba incorrere in costi imprevisti per interventi di riparazione.

Probabilmente pochi sanno che le auto sono in «legalese» beni mobili registrati. Ciò significa che godono di una particolare disciplina in quanto iscritte in appositi registri. In altri termini, potrebbe dirsi che la vendita degli autoveicoli è assimilabile a quella dei beni immobili.

Proprio come un appartamento infatti, anche un’automobile ha la propria storia scritta in un registro: il Pubblico registro automobilistico (in breve, detto «Pra»).

Chiedere una visura al Pra alle volte può essere doveroso per evitare di incorrere in acquisti incauti o di essere imbrogliati: ad esempio, per assicurarsi che l’automobile sia effettivamente intestata al venditore che ce la offre in vendita. Inoltre, un’automobile che abbia avuto una moltitudine di proprietari in un breve periodo di tempo può insospettirci riguardo all’affidabilità dell’auto e può comunque diminuirne il valore commerciale e quindi il prezzo.

Quali dati si possono ottenere con la targa di un’auto?

Facendo una visura ordinaria al Pra, con la targa dell’automobile, è possibile conoscere una serie di dati del proprietario e dell’auto in questione.

Trovate qui di seguito un elenco:

  • Dati del veicolo: numero del telaio, cilindrata, peso, omologazione, potenza, data di prima immatricolazione, ecc.;
  • Dati proprietario: nome, codice fiscale ed indirizzo dell’attuale proprietario (o degli attuali proprietari, in caso fossero più di uno), valore del veicolo dichiarato all’acquisto;
  • Annotazioni: in questa sezione vengono riportati dati molto importanti come il numero di precedenti proprietari, ipoteche e pesi (ad esempio pignoramenti, fermo o sequestro) che eventualmente dovessero gravare sull’auto.

In particolare, le informazioni presenti nelle annotazioni della visura possono essere molto utili nel caso vogliate acquistare un’auto usata.

Così, per fare un esempio, se l’auto dovesse risultare gravata da ipoteche sarà meglio chiedere ulteriori spiegazioni al venditore oppure lasciar perdere l’acquisto.

O ancora, lo stesso è a dirsi nel caso in cui risultino altri precedenti proprietari ed invece l’auto viene venduta indicando un unico proprietario.

Diversamente, potremmo stare più tranquilli nel caso in cui risultino dalla visura più proprietari ed il primo di questi sia il concessionario che l’ha acquistata per rivenderla (mediante la formula «a chilometri zero»).

A chi rivolgersi per fare la visura?

L’Automobile club d’Italia (Aci) gestisce il Pubblico registro automobilistico (Pra), nel quale sono effettuate le iscrizioni, le trascrizioni e le annotazioni relative agli autoveicoli. In altri termini, è il registro nel quale vengono annotate tutte le vicende che riguardano la situazione giuridico-patrimoniale delle auto.

Essendo il Pra un registro pubblico, chiunque abbia interesse può richiedere ed ottenere i dati e le informazioni relative a qualsiasi veicolo iscritto sulla base della indicazione del numero di targa.

Per reperire dette informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio provinciale Aci.

In alternativa, è oggi possibile ottenere tali informazioni anche on line, effettuando, sempre on line, il pagamento degli importi dovuti.

La visura può essere così comodamente effettuata da casa, pagando mediante carta di credito/di debito.

Sono molti i siti che offrono tale servizio, sebbene sia preferibile attingere direttamente al sito dell’Aci ed ottenere così le informazioni dalla fonte ufficiale, evitando di incorrere in eventuali costi supplementari dovuti all’intermediazione.

La visura infine può essere richiesta anche tramite un’agenzia di pratiche auto, comprese le delegazioni Aci, ma in questo caso si paga il servizio di intermediazione che è offerto in regime di libero mercato.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK