HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 19 dicembre 2016

Articolo di

Lo sai che? Come controllare se l’avvocato è davvero iscritto all’ordine

> Lo sai che? Pubblicato il 19 dicembre 2016

Esercizio abusivo della professione di avvocato a chi non è iscritto all’ordine o continua ad esercitare pur essendo stato radiato: come scoprire se il tuo avvocato è “regolare”.

Oggi se ne sentono tante: medici che in realtà non sono medici, massaggiatori che fanno quello che dovrebbero fare i fisioterapisti, persino dottori in legge che, pur non avendo mai conseguito il titolo di avvocato, patrocinano cause o, magari, redigono gli atti processuali e poi li fanno firmare da un collega abilitato, spacciandosi per avvocati. In uno scenario di questo tipo è chiaro che tu voglia sapere se il tuo avvocato è davvero iscritto all’ordine. Inutile dire che, se ti accorgessi del contrario, potresti denunciarlo alla Procura della Repubblica o ai Carabinieri. Difatti, svolgere l’attività di avvocato senza avere il titolo configura un vero e proprio reato: l’esercizio abusivo della professione. Il codice penale [1], in particolare, stabilisce che chiunque abusivamente esercita una professione, per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da 103 euro a 516 euro.

Per verificare se l’avvocato è davvero iscritto all’ordine hai diversi modi; il più complicato è di recarti al Consiglio dell’Ordine del luogo ove il “sospettato” esercita, e lì chiedere se il suo nominativo è “registrato”. Lo puoi fare anche sul sito dell’ordine stesso che, di norma, contiene l’albo degli iscritti visibile a tutti.

Ma c’è un modo ancora più semplice per controllare se l’avvocato è davvero iscritto all’ordine: collegarti da internet all’albo unico del Consiglio Nazionale Forense (Cnf), l’organo cioè di autoregolamentazione dei legali. L’indirizzo è questo: www.consiglionazionaleforense.it/web/cnf/cerca-avvocato. A questo punto devi andare a fondo pagina dove troverai tre menu posti orizzontalmente:

– Tipologia

– Cognome

– Ordine.

Alla voce tipologia seleziona «Avvocato» che dovrebbe già essere impostato di default.

Alla voce cognome scrivi quello del sospettato.

Alla voce Ordine seleziona la città ove questi ha lo studio, che dovrebbe anche essere quella presso il cui ordine è iscritto. Se si tratta di un Paese piccolo devi individuare la città più vicina ove è presente il Consiglio dell’Ordine degli avvocati. Tuttavia, se non sei in possesso di questo dato, puoi lasciare questa voce vuota, ma il risultato della ricerca sarà più ampio. In alternativa potresti cliccare su Ricerca avanzata se conosci almeno l’indirizzo e la città ove questi ha lo studio prevalente.

A questo punto clicca cerca. Il sistema ti restituirà una serie di risultati ordinati per cognome. Se clicchi su Guarda Scheda avrai tutte le informazioni che vuoi e saprai se l’avvocato è iscritto all’albo. Se invece non lo trovi iscritto è molto probabile che non sia davvero un avvocato.

note

[1] Art. 348 cod. pen.

Autore immagine 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK