Tech Pubblicato il 22 dicembre 2016

Articolo di

Tech I pericoli dello streaming online

> Tech Pubblicato il 22 dicembre 2016

Ecco quali sono i rischi cui andiamo incontro quando guardiamo film e serie tv su internet e alcune regole da seguire per evitarli.

Una delle attività più seguite su internet e guardare film e serie tv in streaming. Ci sono diversi siti web dove è possibile trovare questi contenuti, e tra questi ce ne sono molti che violano le leggi del copyright. Da questo punto di vista, comunque, l’utente finale non corre particolari rischi, almeno per ora.

Quella dello streaming online è un’area ancora grigia e non è ancora perfettamente normata. Le leggi vigenti sul diritto d’autore per ora non prevedono sanzioni per chi visualizza contenuti in streaming, anche se si tratta di contenuti protetti da copyright come i film ancora in sala e che si possono trovare facilmente su internet. Si incorre nelle sanzioni solo se questi contenuti vengono scaricati sul pc.

Le cose stanno in modo diverso per chi invece pubblica i link per lo streaming. È il gestore del sito dove si trovano i link per i film e le serie tv in streaming che viola la legge e che quindi rischia dal punto di vista penale e amministrativo.

Perché allora qualcuno dovrebbe rischiare di essere arrestato per farci guardare gratuitamente film e serie tv di cui non possiede i diritti? Nessuno fa niente per niente e questa regola vale anche per chi mette su questi siti. Il guadagno c’è e non è poco, anche se indiretto.

Sistemi come Google AdSense consentono a chi gestisce un sito di guadagnare attraverso la pubblicità. Il semplice fatto di visitare una pagina dove è presente un banner pubblicitario consente al suo proprietario di guadagnare un certo credito. Si tratta di pochi centesimi, ma se le visite sono migliaia o milioni, il guadagno diventa molto importante.

Per portare più persone possibili su una pagina dove è presente della pubblicità uno degli espedienti più utilizzati è appunto quello di offrire film e serie tv in streaming. A chi non piacerebbe potersi guardare comodamente seduto in poltrona e senza pagare alcun biglietto l’ultimo capolavoro in programmazione al cinema in questo momento?

Chi gestisce questi siti però è di solito molto avido e non si accontenta di una semplice visita. Per aumentare il numero di clic (ogni clic per lui è sempre un guadagno) dissemina una serie di trappole sulla pagina in cui è presente il contenuto in streaming. È facile, quindi, trovare finti tasti Play che invece di avviare la riproduzione dello streaming reindirizzano in altre pagine con altra pubblicità.

Su queste altre pagine, poi, può capitare di ricevere un messaggio che ci invita a installare un plugin necessario per la visione che in realtà è tutt’altro. Spesso si tratta di spyware o adware. Basta cliccare sul tasto sbagliato per vedersi installata la solita toolbar nel browser o qualche software malevole.

Proprio per questo, pur non correndo grossi rischi dal punto di vista legale, chi va su un sito di streaming online può ugualmente avere danni anche più gravi. Per evitarli basta seguire alcune semplici regole.

Innanzitutto è bene installare sul pc un buon antivirus e aggiornarlo con le ultime definizioni. Ce ne sono di gratuiti che sono più che efficienti come Total Security 360 e Avira.

Evitare poi di installare qualsiasi plugin o programma consigliato dal sito di streaming. La tecnica usata è quella di spingere il visitatore vittima a installare qualcosa con l’inganno: può capitare che un messaggio ci avverta che il pc è a rischio e che occorre proteggerlo installando qualche software, ma non farlo assolutamente perché si potrebbe al contrario installare un malware.

Attenti poi dove si clicca. Spesso si vien reindirizzati a una pagina che non c’entra nulla con lo streaming. Un trucco potrebbe essere quello di passare il puntatore del mouse sul link o sul tasto che dovrebbe avviare la riproduzione e controllare nella barra di stato del browser il vero url.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK