HOME Articoli

Editoriali Pubblicato il 3 gennaio 2017

Editoriali Rottamazione: vanno pagate tutte le rate delle rateazioni in corso

> Editoriali Pubblicato il 3 gennaio 2017

Equitalia ha chiarito che, in caso di dilazione in corso, per accedere alla rottamazione vanno pagate tutte le rate fino al 31 dicembre 2016.

Arriva un chiarimento fondamentale sulla rottamazione delle cartelle, fornito da parte di Equitalia durante un incontro organizzato dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti. L’agente della riscossione ha chiarito che, in caso di dilazioni ancora in corso alla data del 24 ottobre 2016, vanno pagate tutte le rate del piano di dilazione fino al 31 dicembre 2016. Ma facciamo un passo indietro.

Cosa prevede la legge sulla rottamazione

La norma che ha previsto la cosiddetta rottamazione delle cartelle, ovvero la definizione agevolata dei ruoli, si applica anche ai contribuenti che hanno già parzialmente pagato i loro debiti esattoriali per mezzo di un piano di rateazione [1].

In particolare, i contribuenti che in passato hanno richiesto delle rateazioni [2], già decadute alla data del 24 ottobre 2016, non incontrano limiti nel chiedere la rottamazione. Le rate già pagate verranno ovviamente detratte dal debito che viene rottamato.

Tutt’altra storia per i contribuenti che alla data del 24 ottobre 2016 avevano ancora rateazioni in corso, cioè non decadute. Per questi contribuenti ecco cosa ha chiarito recentemente Equitalia.

Quali rate pagare per poter accedere alla rottamazione

Il testo di legge sulla rottamazione sembrava chiaro al proposito.

Infatti la norma richiede espressamente, per i piani di rateazione non decaduti alla data del 24 ottobre 2016, il pagamento delle rate con scadenza dal 1° ottobre al 31 dicembre 2016.

La prima interpretazione della legge sulla rottamazione, data dai tecnici, aveva quindi chiarito che, per non precludersi il beneficio della rottamazione, i contribuenti con piano di dilazione in corso erano tenuti a pagare solo quelle rate che, secondo il piano di rateazione, scadevano nel periodo 1° ottobre-31 dicembre 2016.

Ebbene, Equitalia, durante un incontro con i commercialisti, ha dato la sua interpretazione della legge.

Secondo il chiarimento dell’agente della riscossione, per poter rottamare i ruoli, i contribuenti con piani di rateazione in essere al 24 ottobre 2016 dovranno pagare tutte le rate del piano di rateazione con scadenza fino al 31 dicembre 2016.

Quindi attenzione a chi ha saltato una o più rate del piano di rateazione, senza con ciò decadere dal beneficio della rateazione.

Questi contribuenti dovranno mettersi in regola con tutte le rate che in base al piano scadono entro il 31 dicembre 2016.

Equitalia ha chiarito che c’è tempo fino al 31 marzo 2017 per sanare tutte le rate già scadute e non pagate, quindi fino al termine ultime per presentare la richiesta di rottamazione. Sulle rate dei piani di rateazione non pagate, da sanare prima della rottamazione, maturano gli interessi.

È legittima l’interpretazione di Equitalia?

La ragione dell’interpretazione data da Equitalia si ritrova in un principio generale sulla imputazione dei pagamenti.

In altre parole, quando si effettua un pagamento nelle mani di Equitalia, quest’ultima può imputare il denaro versato dal contribuente al debito più vecchio, a prescindere dalla volontà del debitore [2].

Facciamo un esempio.

Ho dimenticato di pagare la rata del mese di marzo 2016. Non essendomi accorto di questa dimenticanza, ho continuato a pagare le singole rate mese per mese entro la scadenza. In base alla regola che abbiamo illustrato prima, Equitalia imputerà il pagamento fatto ad aprile alla rata di marzo non pagata, il pagamento fatto a maggio alla rata di aprile e così via.

Rimaniamo in attesa di altri chiarimenti ufficiali sulla applicazione pratica della rottamazione delle cartelle.

note

[1] Art. 6 D.L. 22.10.2016 n. 193.

[2] Rateazioni concesse ai sensi dell’art. 19 D.P.R. 29.09.1973 n. 602.

[3] Art. 31 D.P.R. 29.09.1973 n. 602.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

alberto tugnoli

4 gennaio 2017 alle 08:40

pagate le rate fino a dicembre 2016, aderendo alla rottamazione
a conti finiti equitalia,e non si riscontra il vantaggio, e’ possibile ritornare alla rateizzazione precedente????
grazie per una risposta urgente via e-mail

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK