HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 3 gennaio 2017

Articolo di

Lo sai che? È legale dare da mangiare ai piccioni?

> Lo sai che? Pubblicato il 3 gennaio 2017

Chi dà da mangiare a gatti randagi o piccioni deve pulire il suolo pubblico o quello privato che lascia sporco.

In generale non è vietato tanto dare da mangiare a piccioni e gatti randagi, a condizione però che non si sporchi il suolo pubblico (ad esempio il marciapiedi davanti l’edificio) o quello privato (il cortile del condominio). Chi lascia per terra i residui di cibo, molliche di pane e altri alimenti ha quindi l’obbligo di pulire e di evitare il rischio di cattivi odori, sporcizia e l’arrivo di altri animali come topi e formiche. Così ha deciso il Tar Sicilia con una sentenza di inizio dello scorso anno (riferita però a una colonia felina).

In ogni caso, resta facoltà del sindaco emanare ordinanze locali in cui vieti di dare da mangiare ai piccioni e lasciare, così, briciole di pane e altri residui organici sul suolo pubblico. Quindi, prima ancora di munirsi di scopa e paletta, bisognerebbe informarsi presso il proprio Comune di residenza per verificare se esistono norme a riguardo che impongano specifici divieti. Ad esempio, di recente, a Massa Carrara il sindaco ha disposto multe fino a 500 euro per chiunque venga trovato a dar cibo ai volatili. Ciò al fine di prevenire malattie derivanti dalla possibilità che i tozzi di pane facciano accorrere non solo i simpatici volatili, ma anche i meno gradevoli topi. Anche un altro Comune, quella volta della provincia di Savona, ha stabilito multe da 25 a 500 euro per chi viene colto a dare molliche di pane in pasto ai colombi.

Le ordinanze del sindaco vanno rispettate solo se si è sul suolo pubblico. Sul giardino del condominio o sul proprio balcone di casa ciascuno resta libero di fare ciò che vuole. Salvo che il regolamento di condominio contenga specifici divieti, divieti giustificabili ad esempio, per via del timore che gli escrementi dei piccioni possano finire ai piani più bassi solo per il piacere, del vicino di sopra, di vedersi contornare dal tubare dei pennuti grati.

Sintetizzando, per sapere se dare da mangiare ai piccioni è legale o meno bisogna innanzitutto:

  • verificare se esistono ordinanze comunali con appositi divieti, per quanto riguarda la strada, il giardino comunale, il marciapiedi e altre aree pubbliche;
  • controllare che il regolamento di condominio non vieti di lasciare briciole di pane o altri cibi in pasto agli uccelli e ad altri animali randagi, per quanto riguarda le aree private e finanche il proprio balcone (per quest’ultimo, però, è necessario che il regolamento sia stato approvato all’unanimità);
  • in ogni caso, anche in assenza di tali divieti, è sempre necessario pulire la strada o la proprietà privata per evitare di arrecare disturbo e danno ai vicini o agli altri pedoni.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK