Tech Pubblicato il 4 gennaio 2017

Articolo di

Tech Come faccio a sapere se mi hanno rubato la password?

> Tech Pubblicato il 4 gennaio 2017

Ecco alcuni consigli per scoprire se siamo stati vittime di un furto di identità e se il nostro account online è stato compromesso.

Visti i recenti attacchi subiti da Yahoo!, Dropbox e altri servizi online, è probabile che tra gli account compromessi ci sia anche il nostro. I cybercriminali sono molto abili e lo dimostrano i recenti fatti che hanno visto protagonista l’intelligence americana. Nonostante le enormi risorse di cui dispongono gli USA, alcuni hacker (forse russi) sono riusciti a penetrare i sistemi di sicurezza e a influenzare (così si dice) le ultime elezioni presidenziali.

Questo dimostra che nessuno è al sicuro, neanche se si chiama Stati Uniti d’America. Se quindi uno dei servizi online che utilizziamo ha subito un attacco informatico, è opportuno agire immediatamente e adottare le dovute precauzioni.

Ma come faccio a sapere se mi hanno rubato la password? Spesso gli hacker che eseguono questi attacchi provano poi a rivendere i database con le credenziali degli utenti nella darknet. Andando sul sito haveibeenpwned.com possiamo verificare se il nostro account è inserito in uno di questi database che sono stati resi pubblici sul web.

Basta andare nella home page del sito, digitare il nostro indirizzo di posta elettronica o il nome utente che usiamo su internet e cliccare su pwned? In questo modo possiamo verificare velocemente se il nostro account è tra quelli compromessi.

Un altro segnale che ci dice che le nostre credenziali sono state rubate è il fatto di non poter più accedere al servizio perché qualcun altro ha cambiato la password. Se un pirata informatico riesce ad accedere alla nostra casella di posta elettronica, ad esempio, potrebbe sfruttarla per ripristinare le credenziali di accesso di altri servizi con tutte le conseguenze del caso.

Controlliamo infine se è stato eseguito un accesso col nostro account da un IP appartenente a un’area geografica lontana da noi. Diversi servizi ci notificano quando vengono eseguiti accessi da aree o dispositivi diversi da quelli che usiamo abitualmente.

Se il nostro account è stato compromesso o anche semplicemente se ne abbiamo solo il sospetto, provvediamo a cambiare immediatamente la password, non solo al servizio incriminato, ma anche a tutti gli altri, soprattutto se siamo soliti usare la stessa password con più servizi. Gli hacker possono usare le credenziali di un servizio (come quello della posta elettronica) per poi risalire a quelle di altri servizi online.

Come premesso, nessuno può sentirsi al sicuro, ma adottando le giuste precauzioni possiamo rendere la vita molto più difficile ai pirati informatici. Per evitare di essere esposti a furti di identità e aumentare il livello di protezione di tutti i nostri account, bastano tre regole fondamentali:

  • non usare mai la stessa password per più servizi;
  • usare password lunghe, complesse e non riconducibili ad altre informazioni personali (come ad esempio data di nascita, numero di cellulare, nome di una persona cara e così via);
  • Abilitare la verifica in due passaggi che aggiunge un ulteriore livello di sicurezza per l’accesso al servizio.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK