HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 6 gennaio 2017

Articolo di

Lo sai che? Con una procura generale sono amministratore di fatto?

> Lo sai che? Pubblicato il 6 gennaio 2017

Avere ricevuto una procura generale ad negotia da una società non implica automaticamente l’acquisizione della qualità di amministratore di fatto e non implica responsabilità in caso di fallimento.

Non basta ricevere una procura generale, dall’amministratore di una società, benché particolarmente ampia, per essere considerati amministratore di fatto di tale società. Pertanto, in caso di fallimento dell’impresa, non si rischia di essere coinvolti personalmente e dover rispondere degli eventuali reati posti dalle cariche sociali. Salvo, ovviamente, che il procuratore generale abbia svolto attività o adottato scelte implicanti un’intromissione nella gestione concreta della società, così invadendo il campo e le competenze dell’amministratore, egli non può essere ritenuto sempre un amministratore di fatto.

È quanto chiarisce la Cassazione con una recente sentenza [1].

Secondo la corte non si può considerare provata la qualifica di amministratore di fatto sulla base di una procura generale “ad negotia”. Non è quindi l’ampiezza dei poteri o l’autonomia che essa attribuisce al procuratore a rivelare l’esistenza, in capo a quest’ultimo, di una gestione societaria esercitata in modo costante e non occasionale. Sono piuttosto i fatti che contano e, quindi, come questi poi nei fatti si è comportato, se si è accaparrato di funzioni e poteri decisionali che, di norma, spettano all’amministratore.

La Cassazione precisa che l’ampiezza dei poteri conferita con il “mandato” non basta per affermare il potere gestorio in capo al procuratore; per cui questi non può essere considerato responsabile, anche per omesso controllo, di eventuali reati di bancarotta fraudolenta, nel caso di fallimento della società, salvo si dimostri che egli abbia partecipato a tali condotte illecite.

note

[1] Cass. sent. n. 547/17 del 5.01.2017.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK