Tribunale dei minori e ordinario: le nuove competenze su figli naturali e legittimi
Lo sai che?
4 dic 2012
 
L'autore
 

La Redazione di LLpT è costituita da un team di avvocati che, giornalmente, “traduce” in linguaggio comprensibile a tutti, anche ai meno esperti, le u [...]

 

Tribunale dei minori e ordinario: le nuove competenze su figli naturali e legittimi

A seguito della riforma che ha equiparato i figli naturali ai figli legittimi, si è anche ridisegnata la mappatura delle competenze tra tribunale dei minori e tribunale ordinario.

 

Molte le novità a seguito della riforma che ha equiparato i figli naturali ai figli legittimi: tra queste, la sottrazione della competenza al tribunale dei minori (in favore di quello ordinario) per le controversie relative all’esercizio della potestà e all’affidamento anche dei figli naturali, all’amministrazione del fondo patrimoniale, al riconoscimento dei figli naturali.

 

Vediamo dunque sinteticamente come vengono ripartite le materie per ciascuno dei due tribunali.

 

 

Tribunale dei minori

– Autorizzazione al matrimonio dei minori [1].

– Assistenza del minore nella stipula di convenzioni matrimoniali [2].

– Decadenza dalla potestà genitoriale [3].

– Reintegrazione nella potestà genitoriale [4].

– Condotte pregiudizievoli dei genitori [5].

– Rimozione nell’amministrazione del patrimonio dei figli [6].

– Riammissione nell’amministrazione del patrimonio dei figli [7].

– Continuazione dell’esercizio dell’impresa del minore [8].

 

 

Tribunale ordinario

– Disciplina dell’amministrazione del fondo patrimoniale [9].

– Costituzione dell’usufrutto sui beni di un coniuge in relazione alle necessità della prole [10].

– Riconoscimento dei figli naturali [11].

– Affidamento del figlio naturale e suo inserimento nella famiglia legittima [12].

- Nell’ipotesi in cui sia in corso un giudizio di separazione o divorzio o un giudizio in caso di contrasto sull’esercizio della potestà [13].

– Assunzione del cognome del minore [14].

– Autorizzazione all’impugnazione del riconoscimento del figlio naturale [15].

– Decisioni nell’interesse del figlio in caso di contrasto tra i genitori [16].

– Esercizio della potestà dei genitori [17].

– Dichiarazione giudiziale di paternità o maternità [18].

 

Inoltre, così come ha precisato più volte la Cassazione, le controversie nell’interesse dei genitori, come per esempio l’entità del contributo che il genitore naturale deve corrispondere all’altro genitore per il figlio minore affidatogli, spettano al tribunale ordinario.

 

Infine, con una recente sentenza, la Cassazione ha confermato che spetta al Tribunale ordinario e non a quello dei minori la competenza per il contributo al mantenimento del figlio naturale anche se di fronte al tribunale per i minorenni pende la lite sull’affidamento dei bambini, se la relativa domanda è stata proposta in momenti diversi e separatamente [19].

 

 

 

 

 

 

Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

[1] Art. 84 cod. civ.

[2] Art. 90 cod. civ.

[3] Art. 330 cod. civ.

[4] Art. 332 cod. civ.

[5] Art. 333 cod. civ.

[6] Art. 334 cod. civ.

[7] Art. 335 cod. civ.

[8] Art. 371 ult. co. cod. civ.

[9] Art. 171 cod. civ.

[10] Art. 194, secondo co, cod. civ.

[11] Art. 250 cod. civ.

[12] Art. 252 cod. civ.

[13] Art. 333 cod. civ.

[14] Art. 262 cod. civ.

[15] Art. 264 cod. civ.

[16] Art. 316 cod. civ.

[17] Art. 317-bis cod. civ.

[18] Art. 269 primo comma cod. civ.

[19] Cass. sent. n. 21655 del 03.12.2012.

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti
20 mag 2013 Raul Cordero

Senta vorrei sapere se dopo che un figlio e magiorenni e il suo padre non ha mai pagato il mantenimento dei minori perche la mamma a portato via il figlio dal stero all’italia, e queste padre reside al stero, quando potra rinnovare il suo passaporto italiano per rientrare al paise.

 
Redazione
9 giu 2013 Redazione

Per ottenere la risposta alla vostra richiesta di consulenza è necessario che clicchiate sul banner “richiedi una consulenza” posto sopra questo spazio. Come da condizioni contrattuali riceverete una risposta scritta o telefonica da un professionista del nostro studio entro 3 giorni.