Rateizzazione dei debiti con Equitalia: sale a 120 il numero delle rate
Rateizzazione dei debiti con Equitalia: sale a 120 il numero delle rate
L'autore

Redazione

La Redazione di LLpT è costituita da un team di avvocati che, giornalmente, “traduce” in linguaggio comprensibile a tutti, anche ai meno esperti, le ultime [...]



Si potrà dilazionare il pagamento dei debiti con l’erario fino a 10 anni con le nuove norme contenute nel Decreto del Fare.

 

Con il nuovo Decreto del Fare, approvato sabato 13 giugno 2013 dal Governo Letta, è stato ulteriormente innalzato il numero di rate di cui potrà beneficiare il contribuente che voglia dilazionare il proprio debito con Equitalia. Il precedente limite di 72 rate è stato quindi portato a ben 120 rate.

Ogni cittadino, così avrà ben 10 anni di tempo per pagare a rate i debiti maturati con lo Stato.

 

Non solo. Se in precedenza il contribuente moroso decadeva dal beneficio della dilazione in caso di mancato pagamento di due rate consecutive, con le nuove modifiche, invece, si perderà la rateizzazione solo nel caso di otto rate non versate, che potranno essere non necessariamente consecutive, ma all’interno dell’intero piano di rateizzazione.

 

Solo lo scorso mese di maggio, per aiutare i contribuenti in difficoltà, Equitalia aveva, di propria iniziativa, elevato il numero di rate da 48 a 72 e aveva, inoltre, alzato il tetto massimo del debito entro cui chiedere la rateizzazione “a semplice richiesta”: ora è infatti possibile non più per debiti fino a 20 mila euro, ma anche a per quelli fino 50 mila euro.

 

Dunque, maggior tempo, da oggi in poi, avranno i contribuenti per chiudere il proprio debito con Equitalia.

 

 

© Riproduzione riservata

 
Approfondimenti
 

Potrebbe interessarti anche
Commenti