Permessi della legge 104: possibile pedinare il dipendente col detective
Lo sai che?
4 Mar 2014
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Permessi della legge 104: possibile pedinare il dipendente col detective

Va licenziato chi usa il permesso della “104” per andare in vacanza invece che dal familiare malato: il datore può far pedinare il dipendente da un detective per provare l’illecito utilizzo del beneficio per l’assistenza ai congiunti.

 

Attenti a come usate i permessi della legge 104: se, infatti, con la scusa di accudire il familiare malato, vi recate invece da un’altra parte, magari per scopi personali o di divertimento, il datore di lavoro può licenziarvi. Non solo: quest’ultimo potrebbe anche mettervi alle calcagna un detective per spiare se realmente state usufruendo del permesso nel modo legittimo o meno.

 

A confermare questi principi è stata la Cassazione in una sentenza depositata qualche ora fa [1].

 

Il datore di lavoro, dunque, può pedinare il dipendente valendosi di un investigatore privato. Tale controllo occulto, per quanto possa sembrare inopportuno, non si considera – sempre secondo la Corte – una violazione della privacy.

Senza contare che, in giudizio, il datore potrebbe sempre avvalersi delle dichiarazioni di eventuali testimoni che confermino di aver visto il dipendente in determinati luoghi o circostanze diverse dall’assistenza del familiare invalido.

 

Ma non esiste il divieto, per il datore, di spiare i dipendenti?

Si, lo prevede lo Statuto dei Lavoratori; ma questo divieto riguarda solo i luoghi di lavoro e solo quando è rivolto a vigilare sull’attività lavorativa vera e propria.

Invece, l’utilizzo del detective può avvenire fuori dall’unità produttiva se ha come scopo quello della tutela del patrimonio aziendale: ossia verificare se il dipendente sta adempiendo o meno alle obbligazioni del contratto di lavoro. Ebbene, il controllo finalizzato all’accertamento dell’utilizzo improprio dei permessi della legge “104” (del 1992) non riguarda l’adempimento della prestazione lavorativa in sé, poiché viene effettuato al di fuori dell’orario di lavoro e in fase di sospensione dell’obbligazione principale lavorativa. Per cui avvalersi di “detective-spia” è pienamente legittimo.

 

Peraltro è bene precisare che l’illecito utilizzo dei permessi potrebbe avere anche dei risvolti penali.

 


 

[1] Cass. sent. n. 4984 del 4.03.2014.

 

Autore immagine: 123rf.com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Scarica e archivia l'articolo in pdf
Per avere il pdf inserisci qui sotto la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Download PDF SCARICA PDF
 


 
Commenti
6 Mar 2014 Agenzia Investigativa EUROPOL

Buongiorno a tutti, vorrei solo sottolineare come il datore di lavoro, con l’ausilio di un’Agenzia Investigativa, non fa attività “spionistica” sul dipendente, unicamente raccoglie le indispensabili prove (producibili in giudizio) per addivenire ad un licenziamento per giusta causa, in tutti quei casi in cui il dipendente non abbia il buon senso di licenziarsi volontariamente. L’abuso della Legge 104 crea danni gravosi alle Aziende, ma anche a tutti gli italiani.

 
6 Mar 2014 Romina

Ma scusate ae uno chiede la 104 per accompagnare il familiare a visite etc.. una volta finito non può farsi una sua commissione o è 24 ore sotto controllo? ?

 
6 Mar 2014 silvia vullo

il mio direttore mi ha mandato i vigili urbani per verificare che il congiunto con handcap fosse a casa e non ricoverato o deceduto! per me è un abuso d’ufficio

 
10 Mar 2014 maria

…ciò violerebbe la libertà personale in quanto il dipendente che presta assistenza al familiare con la legge 104, lo può accompagnare a visite il proprio …scusate ma non siamo in carcere 24 su 24 si potrà andare a fare la spesa al cinema ..se vado al mare mio padre lo porto con me ! voglio vedere come il datore di lavoro può dimostrare che non prestavo assistenza!

 
18 Mar 2014 Fabio da Roma

Come al solito l’italietta dei furbetti. Ci sono persone che lottano per recuperare la malasorte della vita, e a loro va il mio massimo rispetto. Ma quanti sono quelli che senza vergogna (e ce ne sono molti), si approfittano di benefici non necessari dal posto auto al permesso per le ztl. Conosco persone che con la 104 hanno fatto ponti e ponticelli senza avere alcuna necessità reale, eppore sono i primi a lamentarsi. Scorrettezza per scorrettezza ben vengano i controlli. Chi è trasparente non ha nulla da temere.

 
21 Mar 2014 mariola

Io ho chiesto due mesi di aspettativa x mio padre.. x averli devo sottoporre ad accertamenti medico legali mia madre (già non do il resto con lui, e x lei non è piacevole essere sottoposta a valutazione del genere) in modo che si attesti che non è in grado di assisterlo (forma grave con accompagno..x delicato intervento ch a 200 km da casa). .. inoltre i due mesi non avrebbero maturato ferie,tredicesima (non so ai fini pensionistici)… tutti sti limiti non vengono applicati a chi prenderle 150 ore…più volte negli anni. .. una collega ha preso 3 lauree ora alla 4, e usufruisce dei permessi con ferie, ore, tredicesima pieni, senza alcuna limitazione. ..ora a me sembra molto discriminante… passi un permesso (x prima laurea o x maturità) poi il resto dovrebbero dare aspettativa non retribuita ….

 
23 Mar 2014 vincenzo

Lo stesso vale se disgraziatamente il detective si dovesse sbagliare…a quel punto la richiesta di risarcimento avrà lo stesso danno che comporta un licenziamento…regolarizzare ok un abuso è diverso.

 
26 Mag 2014 Maddalena Bellettati

Se ci si assente dal posto di lavoro per assistere un congiunto, avvalendosi di un permesso RETRIBUITO esclusivamente per quella necessità e fruibile in ore NON lo si può utilizzare per andare al mercato!!!!!!!!! Quelle ore vengono pagate non solo dal datore di lavoro, ma anche dallo Stato. Una volta effettuata la visita o si torna al lavoro o si prosegue l’assistenza.

 
26 Mag 2014 Stefano

Scusate un dubbio… Ho assistito mia madre con la legge 104 prima del suo decesso…. Siccome mia madre aveva bisogno di assistenza continuata di giorno e di notte di sabato e domenica…se per un giorno di ferie della badante che la assisteva alla notte decidevo di fare io la notte e al mattino alle 8 avevo bisogno di stare a letto perché ero distrutto rischiavo il licenziamento? In questo caso se ho capito bene sarei dovuto andare al lavoro?

 
28 Mag 2014 Agenzia Investigativa EUROPOL

Gentilissimo Sig. Stefano, ha detto bene: stare a letto, non di certo andare al mercato, o all’allenamento, o addirittura in gita fuori porta con gli amici…

 
27 Giu 2014 aldo poncini

dal momento che la 104 è pagata dall’INPS, al limite dovrebbe essere l’INPS a fare accertamenti e non il datore di lavoro ma comunque in quel caso l’indagine deve essere eseguita dalle forze dell’ordine su mandato dell’AG
l’eventuale investigatore privato, non essendo un pubblico ufficiale, dopo sonore legnate viene denunciato per violazione della privacy sempre che non si ravvisino altri reati
nel mio caso in qualità di dirigente sindacale all’investigatore lo denuncio per spionaggio e siccome fra sindacati è guerra dichiarata, le spie vengono giustiziate senza processo
non è uno scherzo
parlo con cognizione di causa

 
5 Ago 2014 ADRIANOTOGNONI

COMPLIMENTI SIGNOR SINDACALISTA!

 
23 Ago 2014 ROBERTO MANGIAPELO

MA CI PREOCCUPIAMO TANTO DEI FURBETTI DELLA 104 E INVECE DEI FURBONI POLITICI CHE HANNO AUTISTI E SCORTE ANCHE QUANDO NON HANNO PIU INCARICHI E NOI CITTADINI PAGHIAMO E GENERALI IN PENSIONE ANCORA CON AUTISTI A DISPOSIZIONE PAGATI DA NOI E TANTI ALTRI PRIVILEGGI A LORO RICONOSCIUTI E CE NE SONO UNA MIRIADE. DOVE SI VANNO AD ATTACCARE SEMPRE SULLA POVERA GENTE E CON LE DISGRAZIE DENTRO CASA. FANNO SOLO CHE SCHIFO

 
4 Set 2014 amareggiata

E vergognoso ma molti usano la legge 104 per fini personali conosco gente che ha preso l’aspettativa per ….seguire il genitore malato ….ed in realta sono andati in vacanza all’estero per giunta lasciando il proprio “caro”genitore con la badante che legge fantastica e che controlli…..””mi vergogno di essere italiana””perche e pieno di furbi e imbroglioni

 
14 Set 2014 francesca

Se io ho un fratello minore con 104 e necessità oltre che ad essere accompagnati a visite all aiuto dei compiti scolastici che controlli mai potrei avere?

 
6 Mag 2015 roberto cos

ma esiste una lista di cose che si puo fare con i permessi? per esempio se vado a fare la spesa alimentare per mia madre o in farmacia sempre per le sue necessita’ rischio qualcosa? o devo stare recluso a casa 24 ore?
grazie

 
7 Mag 2015 poppi

Ciao. Qualcuno ha la 104 per se stesso e contemporaneamente per un parente, quindi 6 giorni al mese.
E’ possibile superare questo “record” secondo voi? e di quanto? (in italia)

 
6 Ago 2015 cinzia pierani

Ciao.Io sto usufruendo dell’aspettativa per assistere mio padre.Tra 2 mesi mi sposo e dopo il matrimonio vorrei organizzarmi per fare almeno 3 o4 giorni di viaggio di nozze affidando in quei giorni mio padre ad una zia.In questo caso cosa dovrei fare?In caso di matrimonio se dovessi rientrare avrei diritto ai 15gg di licenza matrimoniale.ma a me neanche servono tutti questi gg.
Quindi per essere nel giusto come dovrei comportarmi?

 
24 Set 2015 anna marra

il giorno della 104 e di domenica mi viene retribuito lavorando io anche la domenica o serve solo come giustificazione

 
14 Ott 2015 maria naitana

a chi denunciare per dichiarazioni false per agevolazioni legge 104?grazie

 
6 Nov 2015 paola paola

Nel pubblico l’abuso della legge 104 è un vero scandalo.
Controlli inesistenti.
Conosco persone che si fanno 1 settimana al mese a casa attaccando i congedi allo smonto notte ( parlo di turnisti sulle 24 ore) e i soliti noti dentro a fare turni massacranti per sostituire i furbetti.
Vorrei tanto sapere come fare per smascherarli, perchè a pagare è tutta la collettività , non solo il collega che sostituisce il turno.