Parcheggi: il diritto d’uso può costare quanto la proprietà
Parcheggi: il diritto d’uso può costare quanto la proprietà
L'autore

Redazione

La Redazione di LLpT è costituita da un team di avvocati che, giornalmente, “traduce” in linguaggio comprensibile a tutti, anche ai meno esperti, le ultime [...]



Il semplice diritto ad usare un parcheggio condominiale può costare quanto acquistarlo se, nell’area dove sorge l’edificio, c’è una “devastante” carenza di posti auto.

 

La Cassazione [1] è scesa nel merito dei prezzi di mercato dei posti auto e ha ritenuto giustificato un corrispettivo di oltre 23 mila euro solo per ottenere il diritto d’uso di uno spazio condominiale chiuso dove lasciare l’auto.

 

A fare i prezzi, spiegano i Supremi Giudici, è il mercato e, pertanto, se c’è scarsità di un determinato bene o servizio, è comprensibile che il relativo corrispettivo sia anche molto più alto rispetto ad altre zone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[1] Cass. sent. n. 1214 del 27 gennaio 2012.

© Riproduzione riservata

 
 
Potrebbe interessarti anche
Commenti