HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 9 marzo 2015

Articolo di

Lo sai che? TFR: entro quando va pagato il trattamento di fine rapporto al dipendente?

> Lo sai che? Pubblicato il 9 marzo 2015

Diritto del lavoro e lavoratore dipendente: la prassi dei tempi per la consegna del TFR.

 

All’atto della cessazione del rapporto di lavoro, il datore di lavoro è tenuto a pagare, al dipendente, il TFR (trattamento di fine rapporto), accantonato durante gli anni di servizio, sempre che quest’ultimo non abbia preferito l’accantonamento in qualche fondo pensionistico estraneo all’azienda.

 

L’azienda non può trovare giustificazioni per ritardare il pagamento del trattamento di fine rapporto che, pertanto, va versato al lavoratore già all’atto della cessazione del rapporto di lavoro o nel diverso termine stabilito dal contratto collettivo nazionale applicabile.

I tribunali di tutta Italia hanno affermato che l’impossibilità di determinare l’esatto ammontare del TFR dovuto al lavoratore nello stesso giorno di cessazione del rapporto di lavoro – stante la necessità di attendere l’aggiornamento dei coefficienti di rivalutazione – non determinerebbe lo spostamento della scadenza dell’obbligazione; il tempo di maturazione del diritto al Tfr, infatti, coincide con il momento della cessazione del rapporto e, in caso di ritardo nel pagamento, sono dovuti interessi e rivalutazione monetaria [1].

Pertanto, la prima cosa che dovrà fare il dipendente è verificare che nel contratto collettivo nazionale di riferimento non siano previste apposite previsioni relative alle tempistiche di pagamento del Tfr. Diversamente egli maturerà il diritto alla corresponsione del Tfr all’atto della cessazione del rapporto di lavoro.

Peraltro, si segnala che è prassi aziendale quella di corrispondere il Tfr tendenzialmente entro il giorno 15 del mese successivo a quello di cessazione del rapporto e ciò onde consentire l’aggiornamento dei coefficienti di rivalutazione.

note

[1] Cass. sent. n. 12851/2003.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK