Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 1018 codice civile: Perimento dell’edificio

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Se l’usufrutto è stabilito sopra un fondo, del quale fa parte un edificio, e questo viene in qualsiasi modo a perire (1), l’usufruttuario ha diritto di godere dell’area e dei materiali.

La stessa disposizione si applica se l’usufrutto è stabilito soltanto sopra un edificio. In tal caso, però, il proprietario, se intende costruire un altro edificio, ha il diritto di occupare l’area e di valersi dei materiali, pagando all’usufruttuario, durante l’usufrutto, gli interessi sulla somma corrispondente al valore dell’area e dei materiali (2).

Commento

Interessi: [v. 1282].

 

(1) Il perimento dell’edificio accessorio di un fondo su cui è costituito l’usufrutto, può anche dipendere dal fatto dell’usufruttuario, il quale, in tal caso, è tenuto a risarcire i danni e può essere soggetto alla decadenza per abuso [v. 1015].

 

(2) Se il proprietario provvede a ricostruire il bene perito, l’usufrutto sul fondo e sui materiali si estingue, e non può riconoscersi (nemmeno se in tal senso hanno disposto espressamente le parti) sul nuovo edificio.

Giurisprudenza annotata

Usufrutto

L'usufrutto costituito su un edificio danneggiato dal sisma del novembre 1980, non si estingue per effetto dell'avvenuta demolizione, qualora lo stesso venga ricostruito utilizzando il contributo statale riconosciuto anche al titolare del diritto reale.

Corte appello Napoli  14 aprile 1995



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK